HomePoliticaDe Luca nel mirino della Procura, l'ipotesi di reato è istigazione al...

De Luca nel mirino della Procura, l’ipotesi di reato è istigazione al voto di scambio

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
856,869
Totale Casi Attivi
Updated on 22 May 2022 9:19
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

La Procura di Napoli corregge il tiro e apre un fascicolo con ipotesi di reato. Al vaglio degli inquirenti le parole espresse dal Governatore De Luca durante la riunione con i sindaci all’hotel Ramada

[ads1]

Istigazione al voto di scambio, questa l’ipotesi di reato che pende sulla testa di Vincenzo De Luca. Al centro del fascicolo aperto dalla Procura di Napoli, le parole pronunciate dal Governatore durante l’incontro con 300 sindaci membri del comitato per il Sì al referendum costituzionale. Già lo scorso 24 novembre la Procura aveva aperto un  fascicolo senza ipotesi di reato sostenendo che i fatti non costituissero un illecito.

Pare che gli inquirenti abbiano riscontrato la necessità di interrogare dei testimoni. Il pm Stefania Buda avrebbe intenzione di ascoltare in particolare esponenti del comitato per il Sì al referendum nonché alcuni sindaci che presero parte all’incontro all’hotel Ramada.

Non si esclude la possibilità di estendere le indagini anche ad altri incontri avvenuti nel territorio campano durante la campagna referendaria. Pare tuttavia che sia difficile identificare episodi analoghi.

[ads2]