HomeAttualitàDe Luca: guerra Ucraina, per Europa compromesso

De Luca: guerra Ucraina, per Europa compromesso

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
929,006
Totale Casi Attivi
Updated on 1 July 2022 21:40
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

De Luca nella diretta del 1 aprile 2022 si esprime sulla crisi in Ucraina e sottolinea l’interesse dell’Europa nel cercare un compromesso

De Luca nella diretta del 1 aprile 2022 si esprime come sempre su diversi argomenti, primo fra tutti la fine dello stato di emergenza sanitario e la guerra in corso tra Russia ed Ucraina.

Fine stato di emergenza: “dobbiamo essere orgogliosi” ammette De Luca, poiché abbiamo avuto in Campania il numero più basso dei decessi Covid per numero di abitanti. Si conclude emergenza nazionale, ovviamente non si conclude il contagio. 8000 positivi in Campania nella giornata di ieri.

Calo nelle TI sì, ma 25 ricoveri in più nei reparti ordinari. Secondo il Presidente della Regione Campania, bisognerà mantenere la mascherina anche all’esterno in Campania.

Medicina territoriale: L’unione Europea finanzia un grosso programma di medicina territoriale. E’ prevista la costruzione di 170 case di comunità, ci sono fondi per realizzare strutture fisiche ma non per il personale. Pertanto la Campania alla Conferenza delle Regioni ha dato parere negativo rispetto a questo progetto.

Decisa la proroga dei precari personale medico, infermieristico, Oss assunto con l’emergenza covid. Le spese con la fine dell’emergenza sono a carico della regione da questo momento in poi e non più dello stato. Spese Covid per 520 milioni di euro certificate dalla regione Campania, mentre ci sono altre regioni che hanno certificato molto di più, spese non proporzionate al numero degli abitanti. De Luca contrario alla logica della rapina delle risorse pubbliche.

Situazione Ucraina: si aggrava la situazione anche dal punto di vista dell’Italia nell’approvvigionamento delle risorse energetiche. Una volta che la Russia ha invaso l’Ucraina ed ha portato lì le sue truppe, non avverrà che Putin ritirerà le sue truppe e la Russia rimarrà nei suoi confini.

Quello che è emerso in questi mesi di guerra è che c’è un popolo che sta pagando un prezzo molto alto, il popolo ucraino. Secondo punto rispetto alla crisi Russia- Ucraina è che c’è stata una grossa campagna di disinformazione. L’Alleanza Atlantica si fa portatrice di ideali di democrazia, ma è la stessa che ha bombardato la Serbia e ucciso Gheddafi. Questo il parere del Presidente sulla situazione politica attuale.

Tutti i paesi intorno al confine russo in Europa sono entrati nella Nato. L’Europa a differenza degli Stati Uniti non ha “interesse” in una profonda lacerazione dei rapporti con la Russia. “Nessuno deve vincere questa guerra”, afferma De Luca. E’ necessario secondo De Luca trovare un compromesso dignitoso per tutti. L’Italia in particolar modo, come l’Europa dipende dalla Russia per l’importazione del petrolio, del gas, grano, mais, semiconduttori, argilla dell’ Ucraina e infine gas neon, che serve per attivare micro-conduttori. Importanti i gesti di Macron e Draghi che hanno cercato un dialogo telefonico con il presidente russo. La Germania si appresta ad investire 100 miliardi di euro in armamenti. De Luca vede in maniera negativa questa azione , dal momento in cui non è un azione per tutelare la sicurezza dell’intera Europa. Anche la Russia a parere di De Luca deve smettere di ricattare l’Europa sulla fornitura e il pagamento del gas in Rubli. De Luca chiede anche uno stop dell’esibizionismo dei militari dei vari eserciti che esibiscono corpi o esercitano violenze efferate sui militari avversari.

Regione Campania e amministrazione comune di Napoli: il comune di Napoli ha accumulato 5 miliardi di debiti. Il presidente Draghi è stato a Napoli per sottoscrivere un accordo con Comune e fornire un sostegno finanziario. Queste risorse consentiranno un rilancio e una riqualificazione della città.

Risorse per gli studenti delle scuole superiori: De Luca riferisce della pubblicazione di un Bando per le scuole della Campania. 7 milioni di euro per le scuole secondarie superiori, di cui potranno beneficiare studenti con Isee fino a 15800 euro annui. Pubblicato inoltre un ulteriore bando per piantumare alberi provenienti dai vivai della regione stessa.

Infine il presidente riferisce anche di un importante finanziamento di 1 miliardo e 200 milioni di euro che è stato strappato per la metropolitana Napoli Afragola, progetto in cui è prevista anche la realizzazione di una bretella con la città di Arzano.

Parte bando di gara per impianto di depurazione di Solofra per risolvere i problemi ambientali determinati dalle concerie.