HomeAttualitàDe Luca 3 dicembre 2021: aree dedicate per la vaccinazione dei bambini

De Luca 3 dicembre 2021: aree dedicate per la vaccinazione dei bambini

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
893,175
Totale Casi Attivi
Updated on 19 May 2022 21:13
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

“Non perderei nemmeno un minuto di tempo con i no vax. Vadano al diavolo”, afferma De Luca nella diretta del 3 dicembre 2021

Durante la diretta del 3 dicembre 2021 De Luca inizia pronunciandosi sulla vaccinazione per i bambini dai 5 agli 11 anni. Ormai in Italia ci sono oltre 15 mila positivi al giorno, con un tasso di mortalità che varia dagli 80 ai 100 decessi giornalieri.

1327 i positivi di ieri in Campania, in maggioranza pauci o asintomatici. “Quando si arriva a numeri così elevati di positivi, quello che salta è il tracciamento per poter frenare il contagio. Questo si può fare su 100 positivi con 1000, 2000 rilevazioni, ma se i positivi sono 1300, 1500 il tracciamento diventa impossibile. Non c è il personale per fare il tracciamento su migliaia di persone, afferma il Presidente”.

Nella Regione Campania l’uso della mascherina è stato “sempre” obbligatorio, ma De Luca avverte che ci sono pochi controlli e troppa rilassatezza, sui lungomari e all’uscita delle scuole. “Una, due pattuglie davanti alle scuole” richiede il Presidente della Regione Campania. L’ appello del Presidente è quello di evitare feste private, come quelle di Capodanno, ma afferma De Luca, “a decidere saranno i singoli comuni, ma nel caso ci sia un aggravamento dell’andamento dei contagi, sarà la Regione con delle ordinanze vincolanti”.

Sia l’Aifa che l’Ema hanno ad oggi autorizzato la somministrazione del vaccino sui bambini tra i 5 e gli 11 anni.

Un clima pesante e confuso in materia di vaccini, che oggi crea una vera difficoltà per la vaccinazione sui più piccoli. Un vaccino che è stato sperimentato in maniera vastissima oggigiorno è proprio il vaccino Pfizer anti-coronavirus, continua De Luca in materia di vaccini.

Il danno sui bambini colpiti da coronavirus può essere serio e di lungo periodo, afferma De Luca, pertanto lasciando i bambini non vaccinati “non stiamo per niente tranquilli”. Sulla base di questa valutazione dobbiamo fare la vaccinazione su questa fascia d’età ed avviarla con grande serenità e tranquillità.

Disinformazione e stupidità in queste trasmissioni “pollaio, afferma De Luca, si ha l’ interesse di gonfiare gli ascolti televisivi “punto e basta”.

Ascoltare persone autorevoli per la cura dei nostri bambini e nipotini, ripete il presidente della Regione Campania. Sono milioni i bambini vaccinati nel mondo e non è successo nulla, altrimenti avremmo avuto pagine dei giornali di tutto il mondo piene di notizie al riguardo“.

Domani ci sarà una riunione importante con tutti i direttori sanitari e i medici di medicina generale per organizzare la campagna vaccinale per i più piccoli.

“Ci saranno aree dedicate ai bambini, ma vorremmo lavorare all’interno delle scuole per regalare ai bambini giornate piacevoli, con gadget, documentazione cartacea, cartoni animati, la delicatezza per creare un clima accogliente. Sono 400 mila i bambini da vaccinare e dopo tre settimane altri 400 mila richiami da fare che si aggiungono alle terze dosi etc”.

Obiettivi fondamentali continua il Presidente della Regione Campania sono non chiudere le scuole e l’economia soprattutto nel periodo delle feste.

“Tutto dipende da noi”, afferma De Luca. “Non perderei nemmeno un minuto di tempo con i no vax. Vadano al diavolo”.

Deciso di prorogare contratti infermieri e medici fino a dicembre del prossimo anno.

La Regione Campania ora ha pensato di destinare 30 milioni di euro per parchi acquatici e tematici, zoologici, imprese per il trasporto turistico e cinema. Per quanto riguarda i soldi dei fondi europei “bisogna spenderli nei tempi giusti”.

Altre manovre economiche riguardano ad esempio i saldi invernali, che partiranno dal 5 gennaio del nuovo anno.

Altro argomento delicato quello della Finmeccanica, che metterà in cassa integrazione più di mille dipendenti tra la sede di Pomigliano e Nola. De Luca ha chiesto a Draghi un incontro per programmi di in vestimento per aziende pubbliche o partecipate dallo stato. “Operazione verità” afferma il Presidente per capire dove si stanno orientando i finanziamenti e capire cosa intendono fare le grandi aziende per le aziende campane.

Ambito delle iniziative culturali: sono stati presentati i programmi del museo “Madre” di Napoli e il programma invernale a Ravello, quest’ultimo un programma di grande qualità ed interesse. Alessandro preziosi e Tony Servillo saranno presenti invece all’auditorium Niemayer in cui si terrà lo spettacolo in occasione della ricorrenza della morte di Dante. Altra mostra importante è quella sui luoghi del Vesuvio, che si terrà al museo “Mann“.

Presentato nel frattempo il programma di contributi per l’architettura moderna, per la progettazione architettonica di qualità. De Luca in ultimo ricorda un grande architetto e amico, progressista, uomo di grandissima umanità e sensibilità, Oriol Bohigas, scomparso a Barcellona pochi giorni fa. Progettista del piano regolatore della città di Salerno, ispiratore della ricostruzione della spiaggia dal centro storico di Salerno a Pontecagnano, così come è stato fatto a Barcellona. Il merito di Bohigas è inoltre di averci aiutato a combattere l’“urbanistica di carta”, la cui priorità sono “le cose possibili”.