HomeAttualitàDa Salerno a Cremona, i sanificatori d’aria “Pothos” arrivano in una scuola...

Da Salerno a Cremona, i sanificatori d’aria “Pothos” arrivano in una scuola della città lombarda

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
754,988
Totale Casi Attivi
Updated on 27 May 2022 14:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

L’innovativo dispositivo ideato dall’azienda IT Svil sta conquistando il mercato B2B

La pandemia del Coronavirus ha innalzato la soglia di attenzione verso batteri e virus, soprattutto in contesti lavorativi e di studio in cui molte persone condividono lo stesso spazio e, quindi, la stessa aria.

L’azienda salernitana IT Svil ha risposto a questo problema con l’innovativo purificatore e sanificatore d’aria “Pothos”, in grado di unire funzionalità e design in un unico dispositivo altamente performante per migliorare la salubrità degli spazi condivisi.

Ecco perché dopo il Liceo Classico “Torquato Tasso” e il Liceo “Francesco Severi” di Salerno, anche l’Istituto Comprensivo Cremona Due, nel capoluogo lombardo, ha scelto di affidarsi a Pothos dotandosi di ben 50 dispositivi.

“Pothos è stato concepito prima della pandemia – afferma Carlo Mancuso, Ceo di IT SVILDa quando cioè abbiamo riscontrato una forte necessità di avere luoghi in cui studiare, lavorare o anche fare sport o fare attività ludico-ricreative in piena tranquillità.

Il dispositivo, al suo interno, racchiude tre funzionalità importanti. La prima consiste in un sistema di monitoraggio della qualità dell’aria, che analizza non solo le polveri sottili ma altri elementi come la CO2, l’anidride carbonica. La seconda caratteristica è che attraverso filtri Hepa a tre strati al carbone attivo si può garantire una lunga durata, fino a sei mesi, decisiva per una questione di costi e di sostenibilità.

Il terzo elemento, infine, è la sanificazione, il più importante, perché il dispositivo permette di sfruttare la capacità della radiazione UV-C (280 nm – 100 nm) di uccidere i batteri e inattivare i virus, in modo da sanificare sia tutte le componenti all’interno del dispositivo sia reimmettere nell’ambiente l’aria sanificata e salubre”.

Infine un’attenzione al design: “Abbiamo lavorato molto anche dal punto di vista estetico – afferma Mancuso Oltre all’originale layout, vi è una luce al led che, tramite un facile ed intuitivo codice colore, verde-giallo-rosso, fornisce rapidamente il quadro della condizione dell’aria all’interno dello spazio in questione. Da sottolineare, infine, che tutte le componenti sono totalmente Made in Italy, create e assemblate nei laboratori di IT SVIL”.

Tutte queste caratteristiche ci hanno permesso di soddisfare le esigenze di aziende e scuole su tutto il territorio nazionale, che hanno deciso di dotarsi dei nostri dispostivi per migliorare la salubrità degli ambienti”.