Crisi industriale, 150 milioni di euro per PMI e lavoratori



Approvata dalla Giunta Regionale della Campania la delibera per il rilancio delle aree colpite da crisi industriale con risorse pari a 150 milioni di euro che, d’intesa con il Ministero della Coesione Territoriale, saranno a disposizione delle PMI e di oltre 5 mila cinquecento lavoratori in cassa integrazione che potranno essere reintegrati. A darne comunicazione è Giovanni Baldi, presidente della III Commissione consiliare regionale “Attività produttive e Lavoro”. “La Regione”  ha sottolineato Baldi “dopo la fase di rientro dal buco miliardario del passato, ha intrapreso la strada del rilancio dei territori e della ripresa economica attraverso iniziative che mirano a creare occupazione”. Grazie a un protocollo d’intesa e con la pubblicazione dei bandi, le risorse saranno destinate a cinque aree industriali.

In quella di Castellammare di Stabia, cui sono destinati 40 milioni di euro, saranno compresi anche i Comuni dell’Agro Nocerino-Sarnese, e della Valle dell’Irno: Angri, Castel San Giorgio, Cava de’ Tirreni, Corbara, Mercato San Severino, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Pagani, Roccapiemonte, San Marzano sul Sarno, San Valentino Torio, Sant’Egidio del Monte Albino, Sarno, Scafati e Siano. “Dare ossigeno” conclude Baldi “a quel segmento della nostra economia ora in ginocchio qual è quello rappresentato dalle piccole e medie imprese siamo sicuri riuscirà a far ripartire il volano e a invertire l’attuale trend”.

Leggi anche