Costiera Amalfitana: ispezioni sul territorio contro il fenomeno dell’abusivismo edilizio



baronissi

Costiera Amalfitana: I Carabinieri della Compagnia di Amalfi hanno effettuato dei controlli sul territorio finalizzati al contrasto del fenomeno dell’abusivismo edilizio

 

Costiera Amalfitana – Nello scorso trimestre i Carabinieri della Compagnia di Amalfi delle dipendenti Stazioni, hanno effettuato vari controlli ed ispezioni sul territorio della costiera finalizzati al contrasto del fenomeno dell’abusivismo edilizio.

Di seguito alcuni esiti:

Ad Amalfi:

In via Costantinopoli, è stato denunciato per lesioni colpose e  violazione delle norme di sicurezza, il proprietario di un immobile in ristrutturazione, ove stava operando un muratore scoperto di regolare assunzione che, a seguito di una caduta da un ponteggio non in regola, era caduto procurandosi gravi lesioni al volto ed al cranio. Tutto l’immobile è stato sottoposto a sequestro e la ditta deferita pe le violazioni delle norme di sicurezza;

Conca dei Marini:

in via Grado, è stato denunciato per abusivismo edilizio, il proprietario di un immobile ove erano in corso lavori completamente abusivi di realizzazione di un intero piano seminterrato (cucina, camera da letto, bagno). Il tutto sottoposto a sequestro.

In via Torre, è stato denunciato il proprietario di un garage ad originaria destinazione d’uso commerciale, che ne aveva illecitamente e materialmente variato la destinazione d’uso in locale abitativo (cucina, divano letto, bagno).

In via Corso Umberto, è stato scoperto all’interno di una abitazione un bagno abusivo realizzato all’interno di una macera.

In via  Smeraldo, è stato sequestrato un cantiere edile nel quale erano in corso di realizzazione una gradinata nella roccia ed un terrazzamento abusivi, con la contestuale denuncia del proprietario e della ditta esecutrice dei lavori.

A Praiano:

all’interno di un noto HOTEL sul mare, sono stati scoperti lavori abusivi consistenti nell’ampliamento di un terrazzo, la traslazione del vano ascensore, la sostituzione di parapetti in muratura con parapetti in vetro, installazione di un bancone d’acciaio. Il tutto per un valore stimabile in circa 100.000 euro.

A Positano:

in località Colle dell’Ara, sono stati denunciati i proprietari di un fondo per aver ampliato abusivamente il sentiero d’accesso;

in località Annunziata, è stato denunciato il proprietario di un fondo per aver abusivamente installato recinsioni e reti di delimitazione.

A Ravello:

in via Cigliano è stata sequestrata una tettoia abusiva ed un manufatto adibito ad ufficio, con la denuncia per abusivismo del proprietario e del legale rappresentante della ditta;

A Tramonti:

Via Vaccaro – frazione Campinola. è stato denunciato il proprietario di un fondo per aver abusivamente cambiato la destinazione d’uso  di terreno uso vigneto ad area di parcheggio, con contestuale livellamento ed ampliamento.

Via Trugnano, è stato denunciato il proprietario di un fondo per la  realizzazione di una struttura metallica ad arco con annessi nr.2 cancelli metallici abusivi.

Località Caselle – frazione Campinola, , è stato denunciato il proprietario di un fondo per installazione di un cancello metallico abusivo.

Località Melaro – frazione Figlino. è stato denunciato il proprietario di un fondo per la realizzazione abusiva di un muro di contenimento.

Località Casa De Vivo – frazione Pietre. Sequestro  di sbancamento terreno vegetale e parte di muro di contenimento.

Via Sclavo – frazione Gete. è stato denunciato il proprietario di un manufatto realizzato abusivamente.

Località Chiunzi.  è stato denunciato il proprietario di  fabbricato  abitativo abusivo compost da  5 locali .

Leggi anche