Salerno, Convegno Nazionale sulla Sicurezza e Legalità

Approda a Salerno il ” Convegno Nazionale sulla sicurezza e legalità ” organizzato dall’Associazione Street Kali, dalla Federazione Italiana Krav Maga e da Servizi Sicurezza Italia. Presenti il questore Errico, il sindaco Napoli e l’assessore Savastano

Si è svolto questa mattina, presso la Sala del Gonfalone del Comune di Salerno, il Convegno Nazionale sulla sicurezza e legalità.

Ad organizzare l’evento di sensibilizzazione contro la violenza di genere e della difesa personale la Federazione Italiana Krav Maga, i Servizi Sicurezza Italia e l’Associazione Street Kali. Quest’ultima da anni si occupa di intervenire sul territorio, in collaborazione con l’amministrazione comunale, attraverso iniziative concrete che hanno raggiunto la portata nazionale.

In particolar modo è stato dato risalto al tema dell’ autodifesa, non soltanto rivolta alle donne, ma ad una vasta fascia della popolazione, dai gruppi più sensibili (anziani, bambini, ecc.) fino alle Forze dell’Ordine.

Convegno Nazionale sulla sicurezza e legalità
Convegno Nazionale sulla sicurezza e legalità

Numerose presenze registrate durante la manifestazione provenienti dal mondo associativo, come il Presidente di Street Kali Matteo Renna, ma anche da parte delle istituzioni locali, tra cui anche il Questore Pasquale Errico e il Sindaco Vincenzo Napoli.

Anche l’Assessore comunale alle Politiche Sociali, Nino Savastano, è intervenuto  durante l’incontro, dimostrando grande sostegno  a favore di un progetto che mira a contribuire l’accrescimento di un senso di sicurezza tra i cittadini.

Quest’argomento è uno dei punti centrali dell’amministrazione comunale. Abbiamo cercato di mettere su in tutti i quartieri di Salerno una fitta rete di servizi. Abbiamo 18 centri di aggregazione polifunzionale, su cui il Comune ha investito circa 7 milioni di euro, che sono diventati le antenne sociali della nostra città. Infatti tali strutture svolgono un ruolo di supporto non solo per chi direttamente ne usufruisce, ma anche per le famiglie, che vengono coinvolte in maniera attiva.

Inoltre siamo sempre alla ricerca di nuovi spazi da dedicare a questi centri ed alle associazioni che voglioni dedicarsi ad attività di educazione, sport ed integrazione sociale, le prime armi per costruire una maggiore sicurezza e difesa della cittadinanza“.

adnow
loading...