Home Attualità Consegnati i lavori di stabilizzazione dei costoni rocciosi sulla ss163 “amalfitana”

Consegnati i lavori di stabilizzazione dei costoni rocciosi sulla ss163 “amalfitana”

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
798,386
Totale Casi Attivi
Updated on 24 November 2020 18:49
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Campania, Anas: consegnati i lavori di stabilizzazione dei costoni rocciosi sulla ss163 “amalfitana”, in provincia di Salerno

  • Gli interventi – finanziati dalla Regione Campania per oltre 5 milioni di euro – saranno eseguiti nei territori comunali di Amalfi, Conca dei Marini, Furore e Positano;
  • Per tutto il periodo d’esodo estivo, le attività non coinvolgeranno il piano viabile

Anas (Gruppo FS Italiane) ha consegnato quest’oggi all’aggiudicatario, il Raggruppamento Temporaneo d’Imprese Consorzio Stabile Vitruvio S.C.A.R.L. – Impresig S.r.l. con sede in Gioiosa Marea (ME), i lavori di stabilizzazione dei costoni rocciosi incombenti sulla strada statale 163 “Amalfitana”, nei territori comunali di Amalfi, Conca dei Marini, Furore e Positano, in provincia di Salerno.

 

Nel dettaglio, la consegna è avvenuta presso il Comune di Positano alla presenza di rappresentanti dell’Ente Comunale, della Regione Campania (Ente finanziatore) e dell’Anas (Ente attuatore); l’intervento ha un valore complessivo di oltre 5,5 milioni di euro.

 

I lavori, per i quali è prevista una durata contrattuale di 422 giorni, consisteranno nell’esecuzione di attività di ispezione, bonifica e disgaggio di parti instabili dei costoni, nell’apposizione di reti in aderenza e nell’installazione di reti paramassi sui versanti a monte e a valle della statale.

L’intervento permetterà di mitigare il rischio di dissesto idrogeologico nell’intera area.

 

Per tutto il periodo d’esodo estivo, le attività non coinvolgeranno il piano viabile; le lavorazioni che richiederanno l’istituzione di sensi unici alternati o di interdizioni temporanee della circolazione – necessarie per la tipologia delle lavorazioni da eseguire – infatti, prenderanno il via a partire dal mese di settembre, a seguito di condivisione con gli Enti Territoriali.

 

Nel frattempo, le maestranze del Raggruppamento Temporaneo d’Imprese eseguiranno attività preparatorie del cantiere, lavori propedeutici alle attività di disgaggio e comunque tutti gli interventi che potranno essere eseguiti senza particolari impatti sulla circolazione.