Coda non basta alla Salernitana. A Lanciano è 2-2

Nel turno infrasettimanale di serie B Conte.it la Salernitana, in doppio vantaggio con Coda, si fa rimontare e pareggia 2-2 contro il Lanciano in uno scontro salvezza. I granata adesso sono terz’ultimi

Turno infrasettimanale molto importante per la Salernitana che gioca a Lanciano contro una squadra appaiata a pari punti dei granata in classifica. Torrente lancia Colombo dal 1’ al rientro dall’infortunio e opta per far partire Pestrin dalla panchina, dopo aver scontato il turno di squalifica. Confermato il 4-3-3 con Strakosha tra i pali, Colombo, Lanzaro Empereur e Rossi in difesa; centrocampo a tre con Sciaudone, Moro e Bovo; tridente offensivo composto da Troianiello, Coda e Gabionetta.

Massimo CODA 4
Coda non basta alla Salernitana. A Lanciano è 2-2

Parte bene la Salernitana e al 6′ è già in vantaggio con Massimo Coda che si sblocca e sigla il suo primo gol in maglia granata. Finalmente, verrebbe da dire. Dopo appena un minuto problemi per Bovo, già in dubbio alla vigilia del match, ma rientra senza problemi per poi dover uscire dopo pochi minuti e lasciare spazio a Pestrin.  Al 9′ Salernitana vicina al raddoppio con Gabionetta ma il portiere avversario Aridità blocca. Al 13’ gol di rapina di Coda, che approfitta della dormita della difesa del Lanciano. Gli abruzzesi al 26’ accorciano le distanze con Piccolo, bravo ad approfittare di un buco della difesa e della ribattuta di Strakosha su Ferrari. Al 30’ accelerazione di Gabionetta ma la difesa del Lanciano si rifugia in calcio d’angolo impedendo il tris alla Salernitana. Il primo tempo finisce sul punteggio del 2-1 a favore dei granata che vanno a riposo in vantaggio.

Nella ripresa la Salernitana subìsce il ritorno del Lanciano e al 6’ Piccolo firma il pareggio e la conseguente doppietta su rigore – causato da una mano di Moro che in area tocca il pallone con la mano – spiazzando Strakosha. Al 16’ Sciaudone ha l’occasione per riportare la Salernitana in vantaggio ma calcia fuori. Calo granata nella seconda frazione di gioco con il Lanciano che vuole completare la rimonta e ci va vicino alla mezz’ora quando Strakosha non riesce a bloccare la sfera, dando a Ferrari una palla gol che l’attaccante spreca. Al 43’ Gabionetta cerca d’inventare qualcosa, Paghera libera l’area rossonera. Forcing finale del Lanciano ma il punteggio non cambia, con gli abruzzesi che non completano la rimonta e la Salernitana porta via un punto dopo essere andata in doppio vantaggio e sprecando una buona occasione.

VIRTUS LANCIANO-SALERNITANA 2-2

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Aridità, Pucino, Rigione, Amenta, De Silvestro; Vastola (35’ st Zé Eduardo), Paghera, De Cecco; Piccolo (14’ st Marilungo), Ferrari, Turchi (25’ pt Lanini). Allenatore: D’Aversa. A disposizione: Casadei, Bacinovic, Di Francesco, Di Filippo, Crecco, Di Matteo.

SALERNITANA (4-3-3): Strakosha; Colombo (25’ st Franco), Lanzaro, Empereur, Rossi; Sciaudone, Moro, Bovo (12’ pt Pestrin); Troianiello (28’ st Odjer), Coda, Gabionetta. Allenatore: Torrente. A disposizione : Terracciano, Pollace, Tarallo, Milinkovic, Perrulli, Donnarumma.

ARBITRO: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo. Assistenti: Liberti/De Troia.  IV uomo: Vesprini

Marcatori: 6’ pt, 12’ pt Coda (S), 26’ pt, 6’ st su rig. Piccolo (VL).

Ammoniti: Colombo (S), Troianiello (S), Vastola (S), Moro (S), Sciaudone (S).