Citro scrive al Prefetto sulla questione dei rifiuti



IL sindaco di Pellezzano Carmine Citro da’ una risposta alle polemiche di questi giorni causate dalla mancata raccolta dei rifiuti: << Non è per inadempienze dell’Amministrazione Comunale che ci troviamo di fronte ad una situazione che, a giorni, diventa davvero insostenibile. Come si evince, del resto, anche dalle foto pubblicate su alcuni quotidiani – spiega il primo cittadino – il problema dei rifiuti lasciati in strada per diversi giorni è legato alla presenza di un elevato numero di buste contenenti plastica, alluminio, carta e cartone. E’ un disagio provocato dalla mancata raccolta differenziata da parte del Consorzio Bacino Salerno 1 che con due note ha lamentato  la impossibilità di provvedere alla manutenzione ordinaria dei veicoli impiegati nel servizio di raccolta e smaltimento rifiuti. C’è da dire, tuttavia, che gli operatori che fanno capo al Consorzio non si vedono, stranamente,  sul territorio di Pellezzano da lungo tempo. Ritirano i rifiuti, ormai, solo saltuariamente.

Una situazione di pesante disagio che abbiamo già provveduto a rappresentare ufficialmente al Prefetto di Salerno e a tutti gli Organi competenti. E’ una storia vecchia che ci arreca un danno ambientale enorme, guarda caso sempre in periodi festivi. I dipendenti della Pellezzano Servizi hanno provveduto a ritirare regolarmente l’umido e l’indifferenziato. La maggior parte dei quartieri, in tutte le frazioni, è stato pulito, quel che resta sono le solite buste, che anche se di colori diversi, contengono plastica, carta e allumino. Una nota è stata inviata, inoltre, alla Procura della Repubblica. In particolare, questa Amministrazione in data 27 dicembre ha scritto alle Autorità competenti chiedendo un intervento immediato al fine di scongiurare il paventato blocco. A tutela dei cittadini, nel frattempo, l’Ente è stato costretto a sostituirsi in danno, al Consorzio nella raccolta.

In queste ore, infatti, la Pellezzano Servizi ha ripulito quasi totalmente il territorio e  continuerà a farlo fino a ripristinare le normali condizioni ambientali>>.

Leggi anche