Cilento Film Festival incontra Camerota

Cilento Film Festival dall’8 al 10 agosto a Marina di Camerota. Grandi ospiti come Bianca Guaccero, protagonista del film L’uomo volante di Adelmo Togliani

Avevo ricevuto un invito da parte del Sindaco di Camerota, sapevo che sarebbe stato un incontro importante e speciale, ma non conoscevo i nomi reali delle persone con cui avrei potuto confrontarmi. Entusiasta e curiosa raggiungo il luogo, aspetto che l’aria si riscaldi, che la giornata prenda la sua forma, un po’ anomala rispetto alle solite.

Improvvisamente l’attesa, che temevo lunga e indefinita, s’interrompe. Vedo arrivare verso di me un gruppo di persone, provo a riconoscere qualcuno di loro, ma nessun volto mi è familiare. Le sorprese non finiscono, perché sono invitata a salire in barca con tutti loro; comincio a curiosarmi intorno con il desiderio di capire cosa mi sta capitando.

film
L’uomo volante, il film di Adelmo Togliani

Il primo con cui parlo è Adelmo Togliani. Scopro che si trova qui, a Marina di Camerota, per un sopralluogo, perché sta cercando luoghi adatti per fare del suo mediometraggio un lungometraggio. L’uomo volante, il film a cui è legato, è stato presentato al cinema Adriano a Roma, dove ha partecipato il Sindaco, a cui si è subito interessato.

Un film. Da cinefila quale sono, studiosa e amante del cinema, mi ritrovo, senza sapere come, a parlare con un regista. La cosa che più mi sorprende è che si trova proprio nella mia terra, per cercare l’ispirazione “paesaggistica” e continuare il suo film nostalgico sugli anni ’80.

Che cosa meravigliosa! Penso nella mia testa. Guardo il mare e credo di sognare.

cilento film festival
Cilento Film Festival

La gita in barca però distrae, stupisce, cattura e impressiona Adelmo, si allontana dalla nostra conversazione come se rapito dalla bellezza delle grotte, delle forme, del mito e della storia di Camerota. La mia curiosità continua a cercare risposte. Conosco così Claudio Correale, parliamo. Cilento Film Festival: questa è la risposta che cercavo. Sì, arriva nel mio paese un festival dedicato al cinema. Ho frequentato Venezia, Roma, Courmayeur…ma sarebbe favoloso celebrare arte e spettacolo dentro il suggestivo Cilento. Questo è accaduto.

Grazie all’attenzione del Sindaco di Camerota, che ha incontrato persone qualificate, ma soprattutto legate alla bellezza, alle origini. Un altro incontro interessante è quello con Margi Villa Del Priore, attrice salernitana che ha girato il mondo, conosce Roma meglio delle sue tasche, dove vive, eppure continua ad amare la sua città, la sua cultura, il Cilento.

Claudio (direttore artistico) e Margi (presidente) insieme portano a Marina di Camerota il Cilento Film Festival, ma di fondamentale importanza; perché sono tante le piccole dimensioni in cui hanno preso vita appuntamenti di rilievo nazionale e internazionale, perché non può diventare anche Camerota uno dei tanti fiori all’occhiello della cultura, non solo mero turismo estivo?

Amo il cinema, ma anche il mio territorio, in cui cerco di svelare le diverse forme di espressione culturale: dalla musica al teatro, dalla tradizione alla gastronomia, dall’arte alla mitologia.

Coniugare per la prima volta le due dimensioni in cui mi identifico, rappresenta un’occasione non solo per me, ma per tutti. Per i turisti, che avranno la possibilità di fruire un evento culturale di ampio respiro, per la comunità stessa, che avrà la possibilità di percepire la sensibilità degli artisti che guardano la realtà attraverso il cinema. Questa volta, la gita in barca alle grotte di Marina di Camerota, può aver suscitato qualcosa che vedremo nel film di Adelmo Togliani.

Osservare la profonda attrazione del gruppo arrivato fin qui per i sopralluoghi mi riempie il cuore di gioia. Sento che ciò che continua ad emozionare me, ogni volta che ci ritorno, è sentito anche dagli altri. Questa è la soddisfazione che dà la forza di continuare a credere in ciò che ci circonda.

film
Adelmo Togliani e Anna Guaccero

Una giornata trascorsa insieme, molta semplicità, e scambio di energia. Si parla e riparla del programma del Film Festival, che vedrà la premiazione di L’uomo volante e la presenza dell’attrice Bianca Guaccero, prevista per il 9 agosto. Film prodotto da Giallo Limone Movie, di cui ho avuto il piacere di conoscere il delegato Laura Beretta, insieme anche l’aiuto regista Simone Siragusano.

Tre giorni che vedranno la partecipazione di Fabrizio Frizzi, molto legato a Cala Bianca, e del giornalista Giuseppe Di Tommaso; la presentazione di cortometraggi internazionali (come l’opera di Laila Khan), i premi alla carriera a Giorgio Albertazzi, Cristiano Malgioglio, Lando Buzzanza e Renzo Arbore. Esposizione di arte contemporanea, dibattiti, omaggi; in particolare quello dedicato a Massimo Troisi curato da Alfredo Morabito e Anna Pavignano (sceneggiatrice di molti film del regista napoletano). Il Cilento Film Festival sarà poi trasmesso, nei suoi punti più salienti, su Rai2 il 14 agosto nel servizio “Notte mediterranea“.

Sono qui, ora. Rielaboro davanti ad un pc quello che mi è successo un po’ per caso oggi. Incontrare queste persone è stato come vivere in un altro paese, eppure è capitato proprio nel mio.

 

 

Articolo precedenteCava, elezioni amministrative: sprint finale
Prossimo articoloSant’Egidio, scontro mortale. Muore un 20enne
Avatar
Laureata in D.A.M.S presso l'Università di Udine, giornalista pubblicista, curo da un anno la rubrica ZONmovie con un bel gruppo di collaboratori. Cerchiamo di seguire gli interessi dei lettori, ma allo stesso modo vogliamo garantire i contenuti, sempre ben argomentati e fondati rispetto a ciò di cui parliamo. Analizziamo la rubrica in relazione all'arte, all'animazione americana e seguiamo le migliori serieTv e, con speciali dedicati, offriamo retrospettive sulle serie più attese. Inoltre, anche la nuovissima rubrica "Dal libro allo schermo" garantisce una pluralità di contenuti. Non solo. ZONmovie propone anche una sezione dedicata alla WebSerie, con appuntamenti settimanali.