Home Cultura Certosa di Padula, sabato 20 settembre ingresso a 1 euro

Certosa di Padula, sabato 20 settembre ingresso a 1 euro

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
186,002
Totale Casi Attivi
Updated on 23 October 2020 22:40
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

La Certosa di San Lorenzo, a Padula, sarà visitabile sabato 20 settembre al costo di 1 euro e resterà aperta dalle ore 9:00 alle 24:00

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2014, la Soprintendenza Bap di Salerno e Avellino, diretta da Gennaro Miccio, comunica che sabato 20 settembre la Certosa di San Lorenzo, a Padula, sarà visitabile dalle 9.00 con orario prolungato fino alle 24.00 al costo di 1 euro. Inoltre dalle ore 20 alle 24  saranno aperti al pubblico: il loggiato superiore del Chiostro della Foresteria Nobile e della Cappella di Sant’Anna e la Cella n. 15 contenenti opere di JAN FABRE, EMILIO ISGRO’, MIMMO PALADINO E TONI SERVILLO, WAIMER VACCARI.

Nella Certosa di San Lorenzo a Padula, la Foresteria, ubicata al piano superiore del chiostro cinquecentesco, era il luogo in cui venivano ospitati i pochi eletti – religiosi, politici, regnanti, rappresentanti di nobili famiglie – ammessi nel complesso conventuale. Il chiostro, dominato dalla Torre dell’orologio, è realizzato su due livelli: al pianterreno vi erano gli uffici di rappresentanza interamente affrescati con soggetti sacri e profani, attribuiti al pittore locale Francesco De Martino; al piano superiore, caratterizzato da un loggiato decorato con scene di paesaggio alla maniera del pittore napoletano Domenico Gargiulo detto Micco Spadaro risalenti ai secoli XVII-XVIII, si trovavano le stanze per gli ospiti e una piccola Cappella a loro riservata, dedicata a Sant’Anna. Essa è quasi completamente ricoperta da vistosi stucchi dorati della fine del XVII secolo e presenta, attraverso tali decorazioni, in particolare, la Nascita e la giovinezza di Maria Vergine.

certosa di padula volantinoLe figure di Sant’Anna e San Gioacchino con la Vergine Bambina sono collocate in alto fra le nubi, inserite in un maestoso baldacchino che sovrasta l’altare. Ovunque è un tripudio di angeli e cherubini che sorreggono la cupoletta del baldacchino al sacro gruppo familiare.

Nei due bassorilievi, situati sulle pareti laterali e racchiusi entro cornici ovali di stucco dorato, si possono ancora ammirare le raffigurazioni della Nascita di Maria Vergine e della Presentazione di Maria al Tempio.

La porta di accesso alla Cappella è circondata da un raffinato portale cinquecentesco in pietra di Padula, decorato con motivi a grottesche. Al centro dell’architrave lo stemma con la graticola inserito in una ghirlanda riconduce al simbolo del martirio di San Lorenzo, a cui è dedicata l’intera Certosa.