Cavese, Campilongo: “Diamo continuità e facciamo risultato per i tifosi”



cavese
Foto: Facebook Cavese Calcio 1919

Sasà Campilongo presenta il derby tra Paganese-Cavese: “Loro forti in casa, noi dobbiamo dare continuità ai risultati e non fare più errori”

Inizia il mese di febbraio per la Cavese di Sasà Campilongo: sabato ci sarà il derby contro la Paganese al “Torre” ed i metelliani devono confermare il buon momento di forma (tre vittorie nelle ultime quattro).

Queste le parole del tecnico: Dobbiamo dare continuità ai risultati e cercare di non ritornare indietro e fare gli errori come contro il Picerno, penso che quella partita ci sia servita da lezione. La Paganese è una squadra tosta e difficile da affrontare, poi stiamo parlando di un derby e hanno ottenuto importanti vittorie come a Monopoli e Caserta“.

Sulla sessione invernale di mercato: Noi dovevamo fare poco e niente, dovevamo soltanto colmare nei ruoli dove c’era bisogno di necessità. Doveva entrare un mancino, ne sono arrivati addirittura due poi ci sono i giocatori in uscita, chi perché vuole continuità o scontento ed è giusto che vadano a giocare altrove. Nella Cavese c’è bisogno di un gruppo forte per permetterci di arrivare fino alla fine della stagione e fare grandi prestazioni. Mi aspetto che la squadra sia un po’ più spregiudicata, accorciare di più e pressare gli avversari, vorrei vedere questo miglioramento”.

Sui nuovi terzini sinistri: “Sono due giocatori diversi d’età. Ricchi deve fare più esperienza, visto che è un 2000 ma è un buon giocatore ed ha fatto un settore giovanile importante, ha bisogno di farsi le ossa ed ha buona prospettiva. Badan invece è un giocare che ha gamba e piede, più smaliziato con due anni di esperienza ma deve essere messo a posto visto che non ha mai giocato da inizio stagione”.

Sull’ex-Cesaretti: “Se aiutato dalla squadra, sicuramente può fare bene. Christian ha avuto un problema di febbre ma adesso sta bene ed è pronto per questa partita. Avrà sicuramente voglia di rivalsa e spero che faccia il bene della Cavese domani. ‘Rubare’ un giocatore alla Paganese? Assolutamente no, mi tengo i miei. Cercheremo di fare risultato per i nostri tifosi che non ci saranno purtroppo”.

Sulla salvezza: Chi vince domani non è salvo. Penso che la strada sia ancora lunga e molto tortuosa perché si può subito cadere come accaduto a noi col Picerno. Questo è un campionato particolare perché se ne vinci due fai dei passi importanti, poi se perdi ti devi guadare subito dietro e noi dobbiamo continuare a guardare in basso”.

Sulla Paganese: “E’ una squadra molto brava sulle palle inattive. Dobbiamo fare attenzione a Diop, oltre che i due esterni molto bravi ed insidiosi, poi c’è Scarpa che è un giocatore di grandissima qualità. Inoltre ha subito una sola sconfitta in casa e ci aspetterà una partita complicata.

Leggi anche