Cava5stelle: scrutatori disoccupati o inoccupati per le Europee



Il Movimento Cava5stelle ha proposto all’Amministrazione comunale di utilizzare come criterio di nomina  per gli scrutatori lo stato disoccupato/inoccupato

Il movimento Cava5stelle in occasione delle Elezioni Europee 2014, che si terranno a fine Maggio, ha proposto una mozione all’ Amministrazione Metelliana per chiedere che sia introdotta, quale titolo di precedenza ai fini della nomina ad incarichi relativi alla formazione dei seggi, la valutazione dello stato disoccupato/inoccupato, o comunque l’appartenenza alle fasce sociali più deboli.cava5stelle scrutatori

Tengono a precisare: “Per realizzare questa semplice proposta, che va solo ed esclusivamente in direzione dei cittadini di Cava de’ Tirreni in difficoltà, il Comune potrebbe pubblicare un avviso con il quale si invitano gli iscritti all’albo degli scrutatori a produrre autocertificazione relativa al proprio stato di disoccupazione. Il Comune di Cava de’ Tirreni effettuerà i controlli sullo stato di disoccupazione incrociando i dati con quelli del Centro per l’impiego. Se il numero degli scrutatori dichiaratosi disoccupato sarà superiore a quello necessario per i seggi elettorali, l’Amministrazione procederà ad assegnare le nomine nell’ordine ai soggetti aventi a carico il nucleo familiare più numeroso e che versano nello stato di disoccupazione e di indigenza da maggior tempo“.

Si propone quindi di adottare come requisito preferenziale per la nomina degli scrutatori la condizione di disoccupazione, relativa anche al numero dei componenti del nucleo familiare, oltre a quelli previsti dalla legislazione vigente nonché la corretta procedure al fine di assicurare a tutti le pari opportunità.

Leggi anche