Cava, non finisce l’emergenza furti: altri due episodi



cava

Sembra non placarsi l’emergenza furti a Cava de’ Tirreni: nella scorsa notte, altri due episodi, a San Giuseppe al Pozzo e nella zona industriale

Sembrava essersi placata l’onda alta dell’emergenza furti a Cava de’ Tirreni ma ecco che improvvisamente ritorna la paura tra i cittadini.

Nella scorsa notte, tra sabato e domenica, si sono verificati altri due gravi episodi, entrambi a poca distanza l’uno dall’altro. Il primo è avvenuto intorno alle 21 in località San Giuseppe al Pozzo con i malviventi che si sono introdotti all’interno di un’abitazione e hanno rovistato dentro una camera da letto quando sono stati sorpresi e dati alla fuga dai proprietari.

Stando alle testimonianze di chi ha assistito la scena, durante la fuga, i ladri (in 3 per la precisione) hanno ostruito la rincorsa di chi tentava di bloccarli, lanciando pietre verso le abitazioni ed una di queste terminava la sua corsa su un terrazzo, dove è rimasta colpita una ragazzina di 12 anni. La giovane è stata trasportata in ospedale per accertamenti, a seguito del taglio procurato dalla pietra scagliata.

Il secondo episodio è avvenuto a notte inoltrata, tra le 2 e le 3, nei pressi della zona industriale, in via Gaudio Maiori. Anche qui, erano presenti 3 persone all’interno dell’appartamento ma i ladri sono riusciti comunque nell’intento di entrare e frugare tra gli effetti personali dei proprietari per poi scappare successivamente.

Dunque, torna nuovamente la paura a Cava de’ Tirreni per la questione furti, dopo un periodo di quiete. I cittadini vivono con l’incubo di ritrovarsi i ladri in casa da un momento all’altro nel pieno della notte e per questo invocano (sempre di più) maggiori controlli sul territorio.

 

Leggi anche