Cava de’ Tirreni, baci e carezze ad una 14enne: nei guai un insegnante



salerno

Un docente di Cava de’ Tirreni si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di atti sessuali nei confronti di una sua alunna di soli 14 anni

Come riporta “Il Mattino“, un insegnante di Cava de’ Tirreni è stato arrestato e si trova ora in regime di arresti domiciliari con l’accusa di atti sessuali nei confronti di una sua alunna di soli 14 anni. Ad eseguire l’arresto è stata la polizia del commissariato di Stato a seguito di una delicata indagine della Procura di Nocera Inferiore.

La vittima avrebbe conosciuto l’uomo nel corso dell’ultimo anno scolastico in veste di suo insegnante. I due sono stati poi trovati insieme all’interno di un parcheggio della città, lo scorso mercoledì. Secondo gli inquirenti, l’uomo è stato scoperto mentre si trovava in atteggiamenti intimi con la ragazzina. Prima l’avrebbe fatta sedere a cavalcioni su di lui e poi, dopo averla accarezzata, le avrebbe dato anche un bacio sulla bocca. L’uomo le avrebbe anche accarezzato fianchi, spalle, capelli e mani. Le circostanze hanno portato gli agenti ad intervenire.

I dettagli della situazione non sono ancora del tutto chiari e definiti, ma secondo le prime ricostruzioni i due si trovavano insieme già da un po quando hanno deciso di appartarsi nel parcheggio. L’uomo indagato, un 57enne di Cava de’ Tirreni, deve rispondere anche dell’aggravante di aver commesso il fatto con una minorenne a lui affidata per motivi di istruzione.

Leggi anche