Cava de’ Tirreni, 11 milioni di euro per il rilancio della città



PICS Cava de' Tirreni
diritti riservati zerottonove.it - vietata la riproduzione

Cava de’ Tirreni, presentato il PICS finanziato con i fondi Fesr 2014/2020. Oltre 11 milioni di euro stanziati per il rilancio della città

Si è tenuta questa mattina alle ore 10.30 in Aula Gemellaggi del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni la presentazione del PICS (Programma Integrato Città Sostenibile), finanziato con i fondi Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale). Oltre 11 milioni sono stati destinati a Cava de’ Tirreni per rafforzare e potenziare il percorso di valorizzazione e promozione del territorio.

Questi fondi sono un’opportunità importante per la città di Cava de’ Tirreni e per i suoi cittadini. I progetti presentati oggi avranno grande impatto sulla comunità perché porteranno alla creazione di nuovi posti di lavoro per i nostri giovani che troppo spesso sono costretti a lasciare la nostra terraha dichiarato il Sindaco Vincenzo Servalli che ha espresso tutta la sua soddisfazione per questo progetto che rappresenta “un’eredità e un regalo da lasciare alla città e alla prossima Amministrazione“.

Il PICS si articola in 8 progetti, con l’idea di Cava de’ Tirreni come città solidale, dinamica, resiliente, accessibile, vivibile e attrattiva. Nello specifico, gli 8 interventi previsti dal PICS avranno a disposizione una dotazione finanziaria di 11.197.384,56 euro e sono così suddivisi:

  1. Monastero di San Giovanni: progettazione e allestimento di un museo della storia longobarda e di 4 sale espositive multimediali su storia e tradizioni cittadine; progettazione e allestimento Museo della Ceramica; potenziamento della sala del teatro comunale
  2. App per la fruizione dei contenuti turistico/culturali: creazione di un’app per pubblicizzare in Italia e in Europa il territorio di Cava de’ Tirreni
  3. Recupero Castello di Sant’Adiutore: intervento sulla gradinata dei Cappuccini; rifacimento e sistemazione delle alzate e delle pedate del primo tratto a valle; riqualificazione piazzetta antistante
  4. Recupero Eremo di San Martino: rafforzamento della struttura; creazione di un percorso turistico-culturale per rafforzare l’identità storica del territorio
  5. Valorizzazione Parco Diecimare: recupero e rifunzionalizzazione del centro visite tramite nuove tecnologie; aggiornamento della mappa cartellonistica
  6. Recupero Complesso edilizio San Lorenzo (ex Asilo di mendicità): creazione di un “polo della salute” destinato al welfare dei cittadini; servizi integrativi al nido per i bambini da 0 a 3 anni; attività ludiche, educative, culturali e di aggregazione sociale
  7. Realizzazione Parco inclusivo a Santa Lucia: riqualificazione sociale dell’area periferica sita nella frazione dopo una fase di smantellamento e bonifica
  8. Realizzazione Parco Urbano a San Pietro: riqualificazione sociale di un’area periferica di San Pietro dove la presenza dei prefabbricati post terremoto ha determinato condizioni di forte degrado; polo attrattivo per tutta la comunità della frazione con attenzione ai giovani da 0 a 30 anni

Leggi anche