Cava, blitz nella movida: riscontrate gravi violazioni, chiusi due locali

cava

In azione, nel centro di  Cava de’ Tirreni, gli agenti del Commissariato per i controlli amministrativi. Chiusi locali inidonei

Nel centro di Cava de’ Tirreni, gli agenti del Commissariato hanno messo in atto un blitz tra i locali della movida. Come riporta Salerno Today hanno, infatti, effettuato accurati controlli amministrativi al fine di verificare il rispetto delle prescrizioni impartite contenute nelle licenze e, in generale, della normativa di settore.

In particolare gli agenti hanno riscontrato gravi violazioni, sanzionate anche a titolo di illecito amministrativo, in tre locali cavesi. Tra queste: la mancata autorizzazione per attività di intrattenimento musicale, la somministrazione di bevande alcoliche a minori infra sedicenni. Inoltre la mancata comunicazione al Centro dell’Impiego dell’assunzione di un lavoratore, nella fattispecie extracomunitario, probabilmente anche senza regolare permesso di permanenza sul territorio italiano.

Uno dei locali è risultato completamente inidoneo poiché non in regola con la normativa prevista in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. L’attività è stata immediatamente fatta cessare e si è proceduto all’allontanamento degli avventori, circa 250, per motivi di sicurezza. All’esito dei controlli amministrativi, gli agenti hanno elevato sanzioni per un totale di oltre 7000 euro, con richiesta di provvedimento di chiusura di un locale per mancanza di autorizzazioni. Infine hanno controllato 26 persone, di cui 11 con precedenti penali e di polizia. Hanno segnalato, inoltre, alla locale Prefettura, due soggetti per detenzione di hashish per uso personale.

Il monitoraggio continua.