Home Cronaca Bellizzi, furto alla sede del Gruppo Sant’Anna Farmacie

Bellizzi, furto alla sede del Gruppo Sant’Anna Farmacie

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
299,191
Totale Casi Attivi
Updated on 30 October 2020 11:56
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

La sede del Gruppo Sant’Anna Farmacie, nella zona industriale di Bellizzi, questa notte è stata oggetto di intrusione da parte di quattro malintenzionati. Le dichiarazioni del General Manager Pellegrino

AGGIORNAMENTO ORE 20:20 – Come riferisce il Maggiore Sisto della Compagnia dei Carabinieri di Battipaglia, pare che dalla farmacia, oggetto del furto, non sia stato sottratto nulla. Risultano esserci solo danni alla struttura in seguito allo scasso. Conferma il Maggiore che è in atto una stretta collaborazione con il Commissariato di Battipaglia per individuare i responsabili.

Questa notte la sede del Gruppo Sant’Anna Farmacie, nella zona industriale di Bellizzi, è stata oggetto di intrusione da parte di malintenzionati.

Intorno all’1:30, quattro malviventi si sono introdotti all’interno della struttura, forzando il sistema di sicurezza e sfidando, a volto scoperto, l’impianto di videosorveglianza. Oltre ai vetri rotti e alle porte divelte, si sta verificando l’entità di ulteriori danni provocati dagli autori del furto.

Le dichiarazioni del General Manager Nicola Pellegrino:

“Si tratta di un gesto vile, ad opera di quattro malviventi che sono entrati nelle nostre strutture ed hanno provocato danni non indifferenti. L’indignazione mia e del mio staff è quella di chi si sente colpito e violato nel proprio intimo. Una rabbia che monta ancor di più, vedendo la sfrontatezza di queste persone che si sono introdotte all’interno dell’edificio addirittura a volto scoperto.

È per tale motivo che abbiamo deciso di diffondere alcuni fotogrammi, che ritraggono questi “signori” intenti a distruggere ogni cosa. Lo facciamo per un duplice scopo: mettere in guardia tutta la comunità da determinati soggetti e, con un pizzico di fortuna, ricevere un aiuto da qualcuno che eventualmente possa riconoscere le persone ritratte nelle immagini. Ovviamente abbiamo già allertato le forze dell’ordine nella notte ed ho dato mandato al nostro legale di sporgere formale denuncia. Ci auguriamo che chi ha commesso questo atto, venga assicurato alla giustizia. Inutile dire che questo episodio non minerà in alcun modo la nostra attività. Insieme ai miei collaboratori, anzi, proseguiremo con ancor più ardore e passione nel nostro lavoro”.