Battipaglia, la moschea si sposta in via Benevento: Valerio Longo contrario



Battipaglia

Battipaglia, la moschea della comunità islamica si sposta in via Benevento. Si dichiara contrario il consigliere Valerio Longo

Battipaglia, dopo sedici anni, la sala di preghiera della comunità islamica cittadina cambia la sua sede. Da via Matteo Ripa, la moschea si sposta a via Benevento, nel vecchio supermercato.

Dal 2002, anno in cui fu istituita la sala di preghiera, la comunità islamica si è ampliata richiedendo così dei locali più ampi. I lavori sono già iniziati nelle scorse settimane. Chi non sembra essere d’accordo con la garanzia del diritto di praticare il proprio culto, però, è Valerio Longo, facente parte del gruppo di maggioranza. 

“Da quando sono arrivati in Italia, molti clandestinamente, dopo diritti, assistenza e casa, adesso è giunto il tempo della richiesta della moschea”asserisce“Sono aumentati in maniera esponenziale e adesso hanno bisogno di un luogo molto più grande. In pieno centro e a due passi dal santuario della Madonna della Speranza. Una zona altamente popolata, senza parcheggi, con tutti i problemi legati ad una viabilità già problematica. Persone provenienti da altri continenti che chiedono di essere rispettati nelle loro abitudini e tradizioni. Hanno imparato presto a pretendere diritti: richieste sindacali, assistenza sanitaria, ecc. Basta chiedere agli operatori dell’ASL in piazza San Francesco. Ormai la stragrande maggioranza degli interventi sono a beneficio degli extracomunitari, ovviamente gratis. Poi si è passati all’abolizione del Presepe e del Crocifisso in alcune scuole e uffici pubblici, per non urtare la suscettibilità delle minoranze religiose. A quando l’abolizione della processione alla festa patronale? Nel solco della scristianizzazione della nostra società, della perdita di tradizioni e identità”.

Leggi anche