HomeAttualitàBattipaglia, illuminazione pubblica: presentato il progetto per 2,7 milioni di euro

Battipaglia, illuminazione pubblica: presentato il progetto per 2,7 milioni di euro

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
507,169
Totale Casi Attivi
Updated on 3 December 2022 13:39
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Presentato a Battipaglia il nuovo progetto di pubblica illuminazione: l’intervento servirà a rinnovare completamente l’illuminazione in città

È stato presentato questa mattina, presso la sala conferenze “Domenico Vicinanza”, il nuovo progetto di pubblica illuminazione i cui lavori saranno affidati attraverso la gara, in corso presso la Centrale Unica di Committenza Sele Picentini con scadenza 23 novembre 2022. I progettisti dell’intervento, a valere sui fondi PICS, lo Studio Gms di Milano, presenti con i due titolari gli architetti Margherita Suss e Marco Montani e la collaboratrice architetto Francesca Floris, hanno illustrato gli interventi che saranno apportati alla pubblica illuminazione del Comune di Battipaglia.

Presenti alla conferenza anche la sindaca Cecilia Francese e il consigliere delegato ai PICS Salvatore Anzalone oltre all’ingegnere Franco Ruggiero dell’ufficio tecnico comunale. L’intervento per circa 2,7 milioni di euro servirà a rinnovare completamente l’illuminazione in città. Si passerà dagli attuali 4900 complessi illuminanti e 124 quadri elettrici di comando a 5008 complessi illuminanti e 116 quadri elettrici di comando.

«Si tratta di un importante traguardo per noi – dice la sindaca Cecilia Francese –. Sarà sistemata e rinnovata l’illuminazione pubblica sull’intero territorio comunale con nuove luci a led. E’ un problema molto sentito quello della Pubblica Illuminazione e con questo investimento riusciremo a risolverlo una volta per tutte. Entro la fine del 2023 avremo una luce nuova su Battipaglia».

Saranno sostituiti alcuni dei pali vetusti e sarà completamente illuminata la zona rurale come via Tufariello e via Tempa delle Craste.

«Sono stati utilizzati una parte dei fondi PICS destinati proprio all’illuminazione pubblica – dice il consigliere delegato Salvatore Anzalone –. Speriamo in una commissione aggiudicatrice veloce nell’affidare i lavori che dovrebbero avere inizio entro gennaio 2023 ed entro la fine dell’anno dovrebbero terminare. Si tratta di un intervento che punta non solo al risparmio energetico e alla messa in sicurezza dei corpi illuminanti ma anche esteticamente bello. Stiamo già programmando i nuovi interventi che andranno ad implementare anche la pubblica illuminazione nelle zone rurali e in litoranea».

Sicurezza, sostenibilità, risparmio energetico sono le linee guida che hanno animato il lavoro dei progettisti. E come spiega l’architetto Margherita Suss «Saranno effettuati interventi di conformità normativa. Abbiamo collaborato con un’amministrazione “illuminata” che ci ha permesso di lavorare anche sull’estetica e sulla fruizione dello spazio urbano».