HomeTerritorioBattipagliaBattipaglia, fugge nella pineta: arrestato spacciatore

Battipaglia, fugge nella pineta: arrestato spacciatore

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
223,718
Totale Casi Attivi
Updated on 5 December 2021 2:02
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Dopo una fuga nella pineta, uno spacciatore è stato fermato e arrestato dai Carabinieri di Battipaglia. I dettagli

Personale del Commissariato di P.S. distaccato di “Battipaglia”, su disposizione del Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Salerno, ha eseguito un’ordinanza applicativa di custodia cautelare in carcere a carico di N.S., di anni 37, di nazionalità marocchina, in Italia senza fissa dimora, ritenuto responsabile del reato di spaccio continuato di sostanza stupefacente del tipo hashish.

Il provvedimento restrittivo, notificato al cittadino extracomunitario, è stato adottato all’esito di approfondite indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Salerno e condotte dalla Polizia Giudiziaria di Battipaglia, finalizzate al contrasto dello spaccio di droga attivo sul litorale delle città di Battipaglia e Eboli.

L’attività trae origine da un intervento della Polizia di Stato che, in data 03 agosto 2021, in località litoranea del Comune di Battipaglia, notò un cittadino magrebino intento a cedere sostanza stupefacente a due acquirenti giunti a bordo di autovettura. Gli Agenti decisero di procedere al controllo dei soggetti ma il pusher, alla vista poliziotti, si diede a precipitosa fuga, inoltrandosi nella vegetazione dell’attigua pineta e facendo così perdere le proprie tracce, non prima di essersi disfatto di un pacchetto di sigarette contenente dosi di hashish del peso di circa 22 grammi e di un telefono cellulare.
Le successive attività investigative eseguite dalla Polizia Giudiziaria, su disposizione della Procura della Repubblica di Salerno, hanno poi consentito di accertare la numerazione contenuta nel telefono cellulare de quo e, mediante il traffico telefonico relativo a quella utenza, di identificare i numerosi soggetti di nazionalità italiana che si rivolgevano allo spacciatore per acquistare droga ai fini dell’uso personale. Buona parte di questi, escussi in merito, hanno infatti confermato di contattare quella numerazione solamente per accordarsi sulla compravendita dello stupefacente, oltre a riconoscere in N.S. il marocchino che aveva in uso la numerazione e che materialmente gli consegnava l’hashish in località litoranea del Comune di Battipaglia.
Gli inopinabili elementi indiziari hanno permesso alla Procura della Repubblica di richiedere al GIP c/o il Tribunale di Salerno una giusta misura cautelare a carico di N.S., provvedimento che è stato eseguito in data odierna dalla Polizia Giudiziaria.