Battipaglia, vertenza Cooper Standard: c’è l’accordo con i sindacati

cooper standard, battipaglia

Nel pomeriggio è stato siglato un accordo tra i sindacati e la società Cooper Standard che era pronta a mettere alla porta numerosi lavoratori di Battipaglia

Una buona notizia per i lavoratori del comparto Cooper Standard di Battipaglia. Questo alla luce dell’incontro di oggi allo stabilimento in località Filigalardi.

I presenti al tavolo

La Cooper Standard Automotive Italy S.p.a. rappresentata dal Direttore delle Operations Italia Ing. Loris Capelli, dal Direttore delle Risorse Umane Dr. Marco Camurati, dall’HR Manager Italia Dott. Andrea Celante, dal Direttore di stabilimento di Battipaglia Dott. Pietro Mancuso, dalla Dott.ssa Luisa Zucco HR Manager dello Stabilimento, assistiti dal Dr. Giuseppe Baselice per Confindustria Salerno, la Dr.ssa Venusia Esposito per la FILCTEM CGIL Provinciale; il sig. Gerardo Giliberti per la FEMCA CISL Provinciale; il sig. Alessandro Antoniello per UILTEC UIL Provinciale; il Sig. Giuseppe Baratta per la FAILC CONFAIL Provinciale; la R.S.U. di Cooper Standard Battipaglia.

Le parti si sono incontrate – si legge dal verbale d’accordo – in prosecuzione dell’incontro del 4 aprile presso Confindustria Salerno, per continuare a discutere sulla situazione aziendale e sulle prospettive produttive dello stabilimento di Battipaglia.” 

Nello scorso incontro del 4 aprile l’Azienda aveva presentato il piano industriale alla luce delle incertezze sull’acquisizione da parte di Jeep Compass. Le OO.SS. avevano manifestato, nel corso dell’incontro dello scorso giovedì, preoccupazione per lo scenario prospettato, così come per l’operazione di acquisizione, tanto da indire negli scorsi giorni uno stato di agitazione.

La Direzione Cooper ha convocato le OO.SS. e la RSU quest’oggi per aggiornarli sugli sviluppi della trattativa con il cliente FCA. Si confermano pertanto per il sito di Battipaglia le seguenti produzioni:

  • Jeep Compass porta primaria e baule (prevede una fine produzione nel 2025);
  • Internazionalizzazione Porta Ducato Finitura (prevede una fine produzione nel 2023);
  • Porta New Iveco Stralis (prevede una fine produzione nel 2025);
  • Internalizzazione 949 vers EPDM sbavatura (prevede una fine produzione nel 2024 e fino a oggi affidata ad un subfornitore);
  • Internalizzazione 949 vers EPDM post coating (prevede una fine produzione nel 2024 e fino a oggi affidata ad un subfornitore);
  • PPB perimetrale – Sud Gomma (prevede una fine produzione nel 2023, sospensione trasferimento in Serbia);

Inoltre, in ordine alle prossime produzioni, la direzione ha comunicato di aver ricevuto la lettera di presviluppo sul progetto dell’Alfa Tonale, un modello C-Suv che verrà prodotto presso lo stabilimento di Pomigliano. Queste produzioni comporteranno correlati investimenti dell’Azienda necessari per l’implementazione.

Tuttavia, e non è chiaro come si svilupperà la questione, il futuro dei lavoratori interinali, i quali contratti scadranno a fine mese. Un nuovo incontro è fissato alla prossima settimana.