Rifiuti: Codacons diffida il comune di Battipaglia e chiede riduzione Tarsu



Battipaglia

Mancata raccolta dei rifiuti a Battipaglia: il Codacons diffida il comune chiedendo il ripristino di un servizio efficiente e la riduzione della Tarsu

Numerosi residenti di Battipaglia, dal centro alla periferia, da tempo fanno i conti con la mancata raccolta dei rifiuti e si sono rivolti al Codacons sia per “urlare” il loro disappunto che per chiedere al Codacons di intervenire per far valere i loro diritti.

“Un disservizio che offre uno spettacolo indegno, oltre che rappresentare un rischio vero per la salute dei residenti. –afferma il professore Enrico Marchetti, presidente del Codacons Campania- Il caldo di questi mesi ha aggravato una situazione già difficile, con rifiuti organici lasciati per giorni attirando insetti ed animali”.

“L’associazione – afferma l’avvocato Pierluigi Morena, dell’ufficio legale regionale del Codacons – ha presentato una diffida al Comune chiedendo due cose: il ripristino di un servizio efficiente e la riduzione della Tarsu”.

“Abbiamo inoltre ricordato all’ente che i più hanno pagato per intero la Tarsu in questi anni di disagio. Eppure – continua l’Avv. Morena – in caso di protratto disservizio nella raccolta dei rifiuti la Cassazione ha precisato che i contribuenti hanno sempre diritto alla riduzione della tassa o della tariffa rifiuti, anche se il disservizio non è responsabilità diretta del Comune”.

“Nei prossimi giorni – conclude l’avvocato Morena -valuteremo l’azione legale, se del caso anche collettiva, da intraprendere nei confronti del Comune per chiedere le dovute restituzioni di somme ‘salate’ pagate per un servizio inesistente”.

Leggi anche