HomeAttualitàBattipaglia: avviati i lavori per il recupero di un bene confiscato

Battipaglia: avviati i lavori per il recupero di un bene confiscato

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
456,149
Totale Casi Attivi
Updated on 1 October 2022 20:09
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Iniziano a Battipaglia i i lavori di realizzazione del progetto “Il tempo supplementare” che sorgerà in un bene confiscato alla camorra

Consegnati i lavori di realizzazione del progetto “Il tempo supplementare” che sorgerà in un bene confiscato alla camorra in via Fosso Pioppo. Per questo progetto il Comune di Battipaglia ha ricevuto dal Ministero dell’Interno un finanziamento di euro 1. 431.012,81. In una zona isolata del territorio comunale, posta nelle vicinanze dell’uscita autostradale, ma collegata al centro e quasi di fronte alla sede dell’istituto Profagri, con il quale è stato sottoscritto un protocollo di intesa per la futura gestione dell’immobile.

La Sindaca Cecilia Francese ed il Dirigente Scolastico Alessandro Turchi, sulla scorta dei dati relativi alla dispersione e all’abbandono scolastico, hanno inteso offrire agli studenti ed alla comunità tutta la possibilità di fruire di una serie di servizi ulteriori rispetto a quelli normalmente posti a disposizione dalle strutture scolastiche partecipando al bando del PON Legalità 2014/2020 della Regione Campania e del Ministero dell’Interno. Il progetto è di gran pregio perché ristruttura il bene confiscato e riqualifica l’intera area circostante.

In questa struttura sarà realizzato un laboratorio di trasformazione di prodotti bio, un impianto per la produzione di birra artigianale e un ristorante.

«Il nuovo modo di percepire il bene confiscato come una opportunità di sviluppo e rilancio che il cammino di legalità offre – ha detto la sindaca Cecilia Francese -, ha ispirato il nome del progetto: una mano tesa, una occasione a favore di chi nella vita non ha ancora vinto; una chance che viene riconosciuta ai meritevoli, ai giovani che sono il futuro e la speranza. Dopo tempo si restituisce un bene confiscato alla criminalità all’intera comunità. Stiamo mettendo in campo progetti che guardano al futuro della nostra città. I risultati, con il duro lavoro, arrivano».

Intanto è stata affidata la gara con procedura aperta per servizi tecnici di progettazione definitiva, esecutiva, relativi agli “Interventi di mitigazione del rischio idraulico del Fiume Tusciano” per un importo di euro 169.600,00. L’aggiudicatario è la Technical Spa di Verona.