Baronissi, sconti TARI per negozi che donano cibo alle famiglie meno abbienti



baronissi comune tari

Saranno concesse agevolazioni alla TARI a tutte le attività commerciali di Baronissi che decideranno di donare beni alimentari alle famiglie bisognose

Agevolazioni alla TARI per le attività commerciali che a titolo gratuito decidono di cedere beni alimentari alle famiglie in maggiori condizioni di bisogno. Il provvedimento sarà introdotto a breve dal Comune di Baronissi che ha adottato una delibera di indirizzo per favorire il recupero e la donazione delle eccedenze alimentari a fini di solidarietà sociale. Un provvedimento pensato per tutte le attività commerciali, industriali, professionali e produttive, dai ristoranti ai supermercati, che regaleranno beni alimentari alle famiglie meno abbienti.

Stiamo studiando come applicare le riduzioni – conferma l’assessore con delega ai tributi Anna Pettaattraverso un coefficiente di riduzione della tariffa proporzionale alla quantità certificata dei beni e dei prodotti ritirati dalla vendita e oggetto di donazione”.

Il piano di intervento – realizzato in collaborazione con l’associazione “Spreco come risorsa” – si applicherà alla merce rimanente di attività promozionali, ai prodotti stagionali, a quelli con data di scadenza prossima, in confezioni difettate o danneggiate.

Mettiamo così in campo un ulteriore strumento per rafforzare il sostegno alle famiglie meno abbienti – spiega Anna Pettae con il coinvolgimento delle attività commerciali ampliamo la rete solidale mostrando concreta vicinanza alle fasce più fragili. Il Comune di Baronissi è tra i primi in Italia ad aver scelto di avvalersi di questa possibilità recentemente introdotta da una normativa nazionale. Rivolgiamo un appello a tutti i possibili donatori, dalla grande distribuzione, all’industria sino al commercio più minuto e alla ristorazione: aderendo a questa rete di solidarietà si potranno avere benefici tariffari sulla TARI e aiutare chi ha bisogno”.

Leggi anche