Baronissi, al via la revisione dello Statuto Comunale e dei Regolamenti



valiante baronissi

A Baronissi si avvia la revisione dei più importanti strumenti legislativi comunale. Il Sindaco Valiante: “Le istituzioni devono migliorarsi”

Aggiornare lo Statuto comunale e i Regolamenti per adattarli alle mutate realtà legislative, così da rendere più efficaci ed efficienti le attività dell’Ente. A Baronissi si avvia la revisione dei più importanti strumenti legislativi comunali. “Nel quadro generale di un processo riformatore – sottolinea il sindaco Gianfranco Valiante le Istituzioni devono migliorarsi in efficienza, trasparenza e capacità di rispondere alle sfide che la società moderna ci impone. Lo Statuto è la Carta nella quale tutti i cittadini di Baronissi si devono poter riconoscere: la revisione dovrà riguardare, dunque, l’aggiornamento di alcuni articoli e commi poco chiari – spesso causa di perniciose polemiche politiche – in un’ottica di semplificazione dell’azione amministrativa, nella convinzione che l’essenzialità e la chiarezza delle norme possano rendere più efficace le attività dell’Ente”.

Il principio guida di tutto il lavoro di revisione dovrà essere quello della partecipazione e della condivisione – conferma il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Sabatinoauspico, dunque, la più ampia collaborazione da parte di tutti. Lo Statuto comunale e i regolamenti vanno adattati e migliorati alle mutate realtà legislative. Gli enti locali stanno cambiando e spesso Statuto e regolamenti sono ancorati sostanzialmente alle prime stesure, quando ancora non erano entrati in vigore importanti cambiamenti legislativi e culturali più recenti”.

Procederemo all’aggiornamento dello Statuto comunale e di alcuni regolamenti più dataticonclude il presidente della Commissione Statuto e Regolamenti Antonio Rocco – perché, a seguito di novità legislative che hanno modificato le specifiche discipline attinenti la materia degli Enti Locali, si è creato un evidente disallineamento con le spesso vetuste disposizioni statutarie vigenti. Faremo un lavoro capillare e trasparente”.

Leggi anche