Baronissi, parte il bando sui rifiuti pubblici



baronissi

Indetto a Baronissi un bando sui rifiuti Pubblici con l’obiettivo di migliorare il servizio senza tassare maggiormente i cittadini

Il bando proposto a Baronissi, cittadina in provincia di Salerno, ha l’obiettivo principale di migliorare il servizio per contenere i costi amministrativi. Il sindaco Gianfranco Valiante, in risposta ai consiglieri di minoranza, afferma: “E’ un bando di gara nel segno del miglioramento del servizio, del contenimento dei costi e della lungimiranza amministrativa cui tutti siamo chiamati. Obiettivo primario è di migliorare il servizio nell’interesse esclusivo, della collettività.” 

Il servizio – continua il sindaco Valiante – ha raggiunto livelli di eccellenza, la percentuale dell’82,40% può, con una saggia e proficua politica, far segnare ulteriori miglioramenti. L’attenzione, pertanto, si è rivolta sul futuro affidatario del servizio, che deve essere coinvolto con un pieno e produttivo impegno ed è chiamato ad uno sforzo imprenditoriale teso all’ottimizzazione del servizio e alla riduzione dei costi del materiale che non viene differenziato e, quindi, da conferire in discarica.

Non vi sarà alcun aggravio di spesa per la cittadinanza perché gli aumenti dei costi e dei quantitativi previsti nel progetto saranno attribuiti all’appaltatore. Il bando di gara, inoltre, non inciderà in alcun modo sull’attuale meccanismo di premialità in favore dei cittadini virtuosi.

La valutazione economica dei contributi provenienti da vari consorzi di filiera, non graverà su quella che è la gara e non rappresenterà nessuna concessione in favore della ditta. Questo farà si, che il costo della gara non sia elevato.

Pertanto l’appaltatore non andrà a sostituire quella che sarà la figura del committente ma dovrà solo collaborare con quest’ultimo.

La collaborazione che viene richiesta in questo caso, fa riferimento ad esempio alla trasmissione del modello MUD oppure alla trasmissione dei DATI ALL’OSSERVATORIO REGIONALE DEI RIFIUTI. 

Il bando, inoltre, non prevede l’eliminazione della Premialità; mentre per quanto riguarda l’attività di controllo e le operazioni di pesatura, resteranno invariate e continueranno ad essere tali.

Il Sindaco, per quanto riguarda la raccolta afferma inoltre che per quel che concerne la frazione residuo secco, il ritiro è a cadenza quindicinale per le utenze domestiche. Per la frazione multi materiale, la raccolta verrà effettuata due volte a settimana. E’ tuttavia ammesso che nell’elaborazione dell’offerta tecnica ciascun concorrente elabori una diversa frequenza/modalità, nell’ottica del miglioramento del servizio.

Leggi anche