HomeAttualitàBaronissi, il consigliere Coppola Negri sulla questione "Alta Velocità"

Baronissi, il consigliere Coppola Negri sulla questione “Alta Velocità”

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
87,710
Totale Casi Attivi
Updated on 21 June 2021 13:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Il Consigliere Comunale di Baronissi Coppola Negri si esprime sulla questione “Alta Velocità” e sulla sottrazione dell’hub sulla città

Comunicato stampa del Consigliere Comunale Agnese Coppola Negri sul tema sottrazione dell’hub su Baronissi dal progetto di RFI AV/AC.

Il servizio ferroviario dell’Alta Velocità ha assunto nel corso degli anni un ruolo rilevante nel settore delle politiche e strategie dei trasporti, generando un grande interesse da parte degli operatori economici e delle amministrazioni che riconoscono in esso un’opportunità di sviluppo per il futuro. Il territorio di Baronissi è stato coinvolto ed interessato dal progetto targato RFI dell’Alta Velocità relativo alla tratta Salerno-Reggio Calabria.

Tre sono i lotti di lavori (Salerno-Battipaglia; Battipaglia-Praia a Mare, Nuova Galleria Santomarco) che consentirebbero di risparmiare un’ora nel percorrere la tratta Roma-Reggio Calabria grazie all’innesto di nuove e già esistenti infrastrutture. In particolare, il secondo lotto funzionale “Salerno-Battipaglia” prevede il “lotto 0”, cioè il prolungamento della linea AV esistente verso la città di Battipaglia con una nuova fermata dell’Alta Velocità all’altezza del comune di Baronissi, nei pressi del Campus universitario, che interesserebbe non solo tutta la Valle dell’Irno. Infatti, per come è stata pensata, la stazione (hub) AV di Baronissi fungerebbe da vera porta di acceso all’infrastruttura veloce verso Roma o Reggio Calabria, attirando anche utenza da e per Avellino e il Polo Universitario. Un ruolo cardine, centrale e strategico per la città di Baronissi assegnatoli da RFI in fase di progettazione tecnica in quanto territorio più adatto al perseguimento dell’ottimizzazione dei tempi di percorrenza del progetto AV Salerno-Reggio Calabria.

Questo fino a soli tre mesi fa (febbraio 2021), quando risultava ancora inserita nel progetto la costruzione della nuova stazione capolinea AV a Baronissi che avrebbe bypassato la città di Salerno. Nel caso di Baronissi l’inserimento dell’infrastruttura sul territorio produrrebbe due effetti sul sistema economico: l’aumento dell’occupazione nel settore delle costruzioni, e quelli che si manifesterebbero con l’attivazione del servizio e potrebbero determinare cambiamenti significativi nella struttura economica locale. Al momento, però, pare stia intervenendo la politica a tentare di modificare le sorti del nostro territorio. Negli ultimi giorni, infatti, diverse testate giornalistiche hanno riportato la notizia di un forte impegno da parte della Regione Campania affinché RFI rivedesse il progetto stralciando la costruzione dell’hub su Baronissi in favore di altri territori della nostra provincia.
Oggi potremmo essere fuori dal progetto che andrà a modificare radicalmente le logiche di mobilità per l’intero Centro-Sud Italia. Alla nostra di città si starebbe sottraendo una reale grande opportunità anche per colpa di chi dovrebbe tutelare e rappresentare ai tavoli politici ed istituzionali sovracomunali, regionali, gli interessi della nostra comunità. Un’assenza, o un silenzio, inspiegabile, le cui ragioni sembrano incomprensibili, ma che purtroppo penalizzerà gravemente il futuro e lo sviluppo della nostra città e dell’intera Valle dell’Irno“.