HomeTerritorioBaronissiBaronissi, Fratelli d'Italia interviene sulla questione sicurezza

Baronissi, Fratelli d’Italia interviene sulla questione sicurezza

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
227,985
Totale Casi Attivi
Updated on 4 February 2023 6:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Fratelli d’Italia di Baronissi ha diramato un comunicato stampa in merito al tema sicurezza

COMUNICATO STAMPA FRATELLI D’ITALIA BARONISSI

“Baronissi terra di nessuno: il far west è più sicuro! FDI richiede convocazione tavolo urgente sul tema sicurezza!

Giovedì sera nero per i cittadini di Antessano che in preda alla disperazione hanno impiegato tutte le loro forze per dare la caccia ai delinquenti che da novembre quotidianamente depredano le loro abitazioni. Le forze dell’ordine dispiegate sul territorio purtroppo ancora una volta palesano la loro impotenza. Poche unità per una situazione che oramai è divenuta una vera e propria emergenza del territorio.
Tuttavia il Sindaco di Baronissi in risposta alla richiesta di intervento di Fratelli d’Italia ed alla proposta di prolungare il pattugliamento della polizia Municipale fino alle ore 24:00, in attesa di interventi più incisivi, afferma che l’amministrazione comunale ha già, a fine novembre, analizzato e riportato la situazione al livello istituzionale del Prefetto e del comitato Provinciale per l’ordine e a sicurezza Pubblica. Ci rammarica evidenziarlo ma se ad oggi la situazione è in netto peggioramento, tanto da far registrare l’incremento dei reati predatori, può significare unicamente che quanto messo in atto è fallace e non è sufficiente.
Riprova di ciò ne sono gli accadimenti di giovedì sera: nonostante una volante dei carabinieri della forestale presidiasse la zona di Antessano dalle 18:00 in poi, in barba a tutti, i ladri hanno agito indisturbati, violando ben tre abitazioni, di cui una per la terza volta consecutiva portando con se sacchi pieni di refurtiva. Alcuni cittadini li hanno messi in fuga e questi, ancora una volta, sono fuggiti nei terreni limitrofi che sboccano sull’autostrada per poi ritornare a colpire nuovamente in tarda serata intorno alle ore 23:00 nonostante il presidio di un’auto delle forze armate e alcuni cittadini che con grande senso civico hanno cercato di presidiare e tutelare i dintorni delle loro abitazioni. Ciò rende chiaro che la situazione che Baronissi sta vivendo non è un furto occasionale ma una vera e propria emergenza che va trattata come tale. Tutte le azioni ad oggi poste in essere dall’amministrazione Comunale si rilevano fallaci e insufficienti. E’ come curare un cancro con la tachipirina, il fallimento è certo! Sempre nella risposta del Sindaco si legge che è stata interessata anche l’Anas per rafforzare le recinsioni autostradali e potenziare l’impianto di videosorveglianza. Ma tutti noi conosciamo i tempi necessari per la realizzazione di queste proposte che, dunque, non appaiono risolutive nell’immediatezza e consentono ancora atti depredatori a cedenza quotidiana. La realtà di oggi è che i fili delle telecamere tagliati, segnalati dai cittadini, non sono stati ancora riparati e pure consentirebbero un monitoraggio ai luoghi di accesso dei delinquenti. La Polizia Municipale alle 20:00 termina il turno di servizio e i cittadini rischiano in prima persona per la sicurezza del territorio.
Il Sindaco che invita a fatti e poche chiacchiere ben farebbe ad essere il primo ad attuare i suoi stessi consigli. Nessun allarmismo ma semplice rappresentazioni di eventi reali e fatti che purtroppo continuano quotidianamente ad interessare il nostro territorio. La situazione attuale è emergenziale e la sicurezza della cittadinanza è interesse collettivo e prioritario. Non è possibile sentirsi sotto assedio in casa propria! I cittadini hanno perso la tranquillità nelle loro abitazioni e sono costretti a modificare abitudini e stili di vita a causa dell’assenza di tutela da parte delle istituzioni. Come FDI raccogliendo l’invito del Sindaco ad unire le forze ed ad essere fattivi. Proponiamo unitamente alla delegazione di cittadini, firmatari della petizione al prefetto, la convocazione ad horas di un incontro con il Prefetto il Questore, il comandate della Stazione dei Carabinieri di Baronissi, il comandante del Comando della Compagnia Carabinieri di Mercato San Severino, nonché il comandante del corpo della Polizia Municipale, al fine di trovare soluzioni, rapide, immediate ed efficaci a fronteggiare il problema sicurezza del nostro territorio.
Infine, come noi abbiamo accolto l’invito a collaborare, invitiamo il Sindaco a considerare la validità del prolungamento dell’orario di pattugliamento della polizia municipale fino alle ore 24:00 per garantire una maggiore sicurezza ai cittadini, essendo l’attuazione di tale proposta di esclusiva competenza comunale
“.