Barletta – Salernitana, le dichiarazioni post gara



Le parole di Menichini e Gori al termine di Barletta – Salernitana

Barletta – Battuta d’arresto per la Salernitana che contro il Barletta incassa la prima sconfitta esterna, seconda stagionale, contro una squadra ben disposta in campo e molto voglioso di portare a casa l’intera posta in palio dopo la vittoria a Lamezia contro la  Vigor. Mister Menichini, a fine partita, non fa drammi ed analizza la battuta d’arresto: “Abbiamo cercato di giocare, su un campo molto difficile, contro un avversario che ci aspettava e su una palla nostra persa loro hanno fatto una ripartenza da cui è nato il gol. Probabilmente se avessimo segnato subito la partita si sarebbe incanalata diversamente. La Salernitana cercava di giocare, l’avversario ci pressava. Gabionetta? Si è battutto, ha cercato di trovare spazi che l’avversario non ci concedeva, giocando bassi e compatti era difficile trovarli. Il secondo tempo abbiamo creato poco, un po’ per demeriti nostri, un po’ per il campo un po’ per meriti del Barletta. L’espulsione di Trevisan? Cercava di velocizzare la ripresa del gioco, il guardalinee l’ha segnalato all’arbitro ed è stato espulso. Oggi non ha giocato per scelta tecnica, ho preferito fare un altro tipo si scelta visto che ci apsettava una battaglia. Volevo ampiezza sugli esterni con Franco e Colombo ma, nonostante le punte, non siamo riusciti a rimontare per una serie di circostanze; ad esempio a centrocampo era difficile giocare perché la palla rimbalzava male, infatti abbiamo perso molti palloni prendendo qualche contropiede di troppo. Dobbiamo continuare a lavorare con entusiasmo, purtroppo ci mancano anche dei giocatori, però non facciamo drammi e andiamo avanti pur essendo dispiaciuti, ci sono state delle difficoltà. Adesso cerchiamo di battere il Messina e poi penseremo al mercato”.

barletta - salernitanaMigliore in campo è sicuramente Piergraziano Gori, che è intervenuto con queste parole in sala stampa: “Analizzeremo in settimana la sconfitta, c’è rammarico ma sapevamo che oggi non era assolutamente facile. Il Barletta è un avversario ostico, ben organizzato, ha concesso poco e non ho la sfera di cristallo, però se avessimo segnato la partita sarebbe cambiata. Fall ha realizzato un gran bel gol, avrei voluto parare il tiro ma purtroppo non ci sono riuscito. Non siamo diventati presuntuosi né abbiamo snobbato il Barletta, è mancato qualcosina però siamo consapevoli della nostra forza, il campionato è lungo e c’è solo da rimboccarsi le maniche. Mercato? Faccio il giocatore, ho cambiato procuratore ma non per colpa della Salernitana. Sono sereno e non ho alcun problema, vado avanti così, questo è un bel gruppo, una grande squadra e una grande piazza, non c’è motivo per cambiare aria. Il girone di ritorno sarà un altro campionato, quest’anno ci sarà guerra in tutti i campi rispetto lo scorso anno. Bisogna stare attenti e lavorare”.

Leggi anche