HomePrima PaginaSalernitana aggressiva e 0-2 ad Ascoli. Paura per Dziczek

Salernitana aggressiva e 0-2 ad Ascoli. Paura per Dziczek

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
87,710
Totale Casi Attivi
Updated on 21 June 2021 12:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

La Salernitana si impone 2 a 0 sull’Ascoli grazie alla doppietta di un grandioso Tutino e un primo tempo super. Nel finale malore per Dziczek

La Salernitana vola ad Ascoli per il 24° turno di Serie B e si impone per 2 a 0. Dopo un primo tempo dominato i granata calano leggermente nella seconda frazione di gioco, complice anche la stanchezza accumulata nei primi 45 minuti giocati a ritmi alti. Il finale di gara è tutto concentrato su Dziczek, che intorno all’86’ accusa un improvviso malore che preoccupa tutti in campo.

Il primo tempo

Dopo appena 2 minuti dal fischio d’inizio la Salernitana sblocca il risultato con Gennaro Tutino. L’attaccante dei granata sfrutta al meglio l’assist in area di Capezzi e quasi sulla linea di porta insacca il rete, complice anche la disattenzione della difesa dell’Ascoli.

Partenza sprint della Salernitana che dopo qualche minuto dal goal ci riprova con Casasola. L’argentino riceve palla da un geniale colpo di tacco di Tutino all’interno dell’area di rigore e prova a piazzare il pallone ma Leali è bravo a distendersi. 

Al 10′ anche l’Ascoli si fa vedere dalle parti della difesa granata con Sabiri che tenta il tiro ma non impensierisce Adamonis. A fare la gara però sono gli ospiti. La Salernitana pressa molto gli avversari riproponendo l’aggressività che è un po’ mancata nelle ultime partite, tanto che l’Ascoli ha difficoltà a prendere campo.

Gli uomini di Castori creano un’occasione importante al 20′ con Di Tacchio che serve in area Tutino con un crosso morbido. L’autore del goal del vantaggio prolunga di testa ma non trova la rete perché sul pallone arriva Leali in uscita respingendo verso il centro dell’area.

Bastano pochi minuti però a Gennaro Tutino per far capire che è in gran forma e trovare la doppietta. L’attaccante granata entra in area dalla destra, tenta il passaggio rasoterra per servire Gondo ma a causa di un rimpallo si ritrova il pallone tra i piedi. A quel punto Tutino è abile e rapido ad alzare la testa, guardare la porta e insaccare il pallone in rete con un rasoterra da posizione ravvicinata.  

I padroni di casa nel finale di gara tentano di sfondare il muro granata, provano a sfruttare qualche calcio piazzato ma, seppur gli interventi in uscita di Adamonis non sono sicurissimi, la Salernitana non rischia nulla.

Il secondo tempo

Nella ripresa l’Ascoli cerca di raggiungere il pareggio e diventa più pericolosa, ma il primo squillo del secondo tempo è granata con Tutino che esplode il destro da dentro l’area. La sfera s’infrange sulla traversa.

Sul cambio di fronte traversone dalla sinistra di Pucino allontanato da Gyömbér. Il pallone però arriva sui piedi di Mosti che calcia dal dischetto, alto sulla traversa.

Al 65′ altra occasione ghiotta per l’Ascoli con una doppia conclusione di Dionisi: la prima viene respinta da Gyömbér, sulla seconda è attento Adamonis.

La Salernitana è calata un po’ nella ripresa, complice anche la stanchezza frutto di un primo tempo giocato a ritmi forsennati. L’Ascoli dunque riesce ad arrivare con maggiore frequenza dalle parti della difesa ospite ma i granata attutiscono bene.

Nel finale di gara grande spavento per un improvviso malore accusato da Dziczek. Mentre è lanciato in corsa il centrocampista granata si accascia al suolo e viene prontamente assistito dall’ambulanza entrata in campo.

L’arbitro concede 9 minuti di recupero, al termine dei quali la Salernitana ha in tasca 3 punti ma l’attenzione è tutta catalizzata sulle condizioni di Dziczek.