Home Cronaca Arrestato un pregiudicato di Scafati

Arrestato un pregiudicato di Scafati

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
155,442
Totale Casi Attivi
Updated on 22 October 2020 0:04
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Un pregiudicato di Scafati è stato arrestato, dopo una tentata e avventata fuga, per possesso ai fini di spaccio di un’ingente quantità di sostanze stupefacenti, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale

Un pregiudicato di Scafati C. R. è stato individuato nella prima serata di ieri, giovedì 18 giugno 2015, dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Salerno, impegnati in un ordinario controllo del territorio. Erano le 19.00 circa, quando i militari invitavano ad accostarsi una Fiat Punto 1.4 turbo proveniente dall’uscita di Pastena della Tangenziale di Salerno. All’improvviso il conducente dell’autovettura dopo aver finto di fermarsi, ha accelerato repentinamente investendo di striscio un carabiniere, che ha riportato la lussazione della spalla.

Arrestato pregiudicato di ScafatiIl fuggitivo, poi identificato in C.R., pregiudicato cl. 67, residente a Scafati, ha cercato di far perdere le proprie tracce con azzardate manovre nel traffico cittadino, riuscendo ad imboccare la tangenziale con direzione Nord. La Centrale Operativa del Comando provinciale di Salerno ha quindi diramato le ricerche anche ai Comandi Compagnia limitrofi ed al Reparto Territoriale di Nocera Inferiore. Il pregiudicato dopo aver imboccato la locale Autostrada A3 ha continuato la fuga nei centri abitati di Cava de’ tirreni e Nocera Inferiore. Raggiunto da militari provenienti dal senso opposto, il pregiudicato di Scafati C.R., vistosi accerchiato e bloccato nel traffico locale di Nocera, dopo aver speronato un autovettura, ha abbandonato la sua autovettura tentando la fuga a piedi, prima di essere definitivamente bloccato da un militare.

Portato per accertamenti presso il Comando Compagnia di Salerno, nella sua autovettura i militari hanno rinvenuto 30 Kg di hashish, parzialmente occultati, suddivisi in 300 panetti da 100 grammi, per un valore di circa 300.000 euro. Il pregiudicato CR è stato quindi dichiarato in stato di arresto sia per la detenzione di hashish ai fini di spaccio , sia per la resistenza e le lesioni a pubblico ufficiale.