Arechi Rugby, altra super vittoria in cassaforte



Dragoni da record: 144 a 3 dell’Arechi Rugby contro gli Eagles di Cimitile; l’Under 16 perde, ma continua a migliorare 

Ennesimo record targato Arechi Rugby ieri tra le mura amiche del “Vestuti”, dove Finamore e compagni hanno sconfitto gli Eagles di Cimitile con un ridondante 144 a 3. Ben 22 le mete messe a segno dai Dragoni, 17 delle quali trasformate, per un risultato che non lascia spazio ai commenti: le prime 4 mete, necessarie per agguantare il punto di bonus, sono state segnate infatti nei primi 12 minuti di gioco, dopodiché i ragazzi in divisa gialloblu hanno proseguito la loro cavalcata verso il record schiacciando più e più volte il pallone nell’area di meta avversaria.

arechi rugby

Al termine dell’incontro il direttore tecnico dell’Arechi Rugby, Luciano Indennimeo, ha voluto spendere parole d’elogio per gli avversari di Cimitile: “Giocare partite del genere non è facile né per chi vince né per chi perde. Siamo riusciti a tenere alto il ritmo del gioco per l’intero incontro, segnando ben 22 mete, ma nonostante ciò i nostri avversari hanno sempre tenuto la testa alta provando a fermarci in ogni modo possibile, fino al termine della partita. A loro diciamo grazie per aver onorato il campo e i sostenitori, mentre ai miei non posso far altro che i complimenti per la grinta e la tenacia dimostrata”.

arechi rugby

Seconda sconfitta, ma ampi margini di miglioramento per l’Under 16 dell’Arechi Rugby, che nel derby con il Salerno disputato nell’inedita cornice del “Manganelli” di Avellino ha perso con sole due mete di scarto –  22 a 12 il risultato finale – ma ha espresso un buon rugby, come evidenziato da coach Generoso Falivene al termine dell’incontro: “I ragazzi hanno risposto bene alle mie direttive, e nonostante la partenza non proprio esaltante hanno poi dato vita a una prestazione molto positiva. Il risultato non ci fa gioire perché ovviamente abbiamo perso, ma siamo consapevoli della grande crescita dei ragazzi e sono convinto che entrambe le squadre debbano continuare a impegnarsi per far sì che il rugby giovanile a Salerno sia in continua e costante crescita. Sono fiero della prestazione dei miei, e confido nel loro continuo impegno agli allenamenti per ambire a risultati sempre più incoraggianti. Abbiamo due settimane di tempo per riflettere sulle nostre lacune e lavorarci su, dopodiché il campo parlerà di nuovo e spero sia sempre più benevolo nei confronti dei miei ragazzi”.

 

Le foto sono a cura di Massimo Pica

Leggi anche