Angelo Lazzano e l’Expo Street Pop Art, ci siamo!

L’Expo Street Pop Art di Salerno, promosso da Angelo Lazzano, ha finalmente mosso i suoi primi passi. L’artista, infatti, da venerdì 1 e fino a venerdì 15 settembre, sarà disponibile presso la Stazione Marittima di Salerno

Da venerdì 1 a venerdì 15 settembre Angelo Lazzano, artista salernitano, è reperibile presso la Stazione Marittima di Salerno per incontrare i creativi di tutta la provincia, e perché no della regione, al fine di promuovere l’Expo Street Pop Art, un progetto nato dalla mente dello stesso Lazzano.

Per capire le finalità dell’iniziativa ci vengono in soccorso le parole dello stesso artista: “Chi ha letto qualcosa sa che l’iniziativa non è finalizzata a fare una mostra, ma a organizzare un gruppo, reale e vivo, che sappia interagire con il territorio e che sappia portare avanti una una programmazione seria di idee, creando un’associazione di artisti salernitani”.

“È meglio unirsi facendo forza – prosegue Lazzano – e mi rivolgo a tutti quelli che, come me, non hanno santi in paradiso; insomma aspetto artisti motivati che hanno voglia almeno di tentare”.

L’artista sarà disponibile tutti i giorni, compresi il sabato e la domenica, dalle ore 9 alle ore 14, presso la Stazione Marittima di Salerno.

adnow
loading...

CONDIVIDI
Articolo precedenteCommerciante salernitano non pagava la bolletta dell’acqua da 10 anni
Prossimo articoloEboli, Cariello contro Cardiello: la diatriba continua

Laureato in Lettere, curriculum Pubblicistica, il 25 maggio 2010 e poi in Filologia Moderna il 13 marzo 2013, Gerardo (per gli amici Jerry) inizia la sua collaborazione con ZerOttoNove nel giugno 2013 occupandosi della cronaca e delle vicende politiche di Calvanico (sua cittadina di residenza), trattando dei più svariati eventi e curando la rubrica CanZONando che propone, di volta in volta, l’attenta e puntuale analisi dei migliori brani della storia della musica.
Caporedattore di ZerOttoNove e di ZON.it, WordPress & SEO specialist, operatore video e addetto al montaggio (in casi estremi), Gerardo ha molteplici interessi che spaziano dallo sport alla letteratura, dalla politica alla musica all’associazionismo.