Amazon Prime Video distribuirà una web serie nata nel Salernitano

Amazon Prime Video

Nata da un’idea del salernitano Salvatore Martines, Assassin’s è la web series che presto verrà distribuita dal colosso Amazon Prime Video

Una scommessa vincente quella di un gruppo di giovani salernitani che ha creduto in un progetto ambizioso. È la storia, una bella storia, di quando il proprio territorio tende la mano e permette di creare, di esportare un nome, un città, un’idea. Quella di Salvatore Martines, giovane salernitano che vanta già diverse produzioni: l’ultima in ordine di tempo è 2118.

Ma l’attuale progetto risulta essere ancora più affascinante e attrattivo. Un’altra scommessa.

Il cast conta ben 35 ragazzi. Il progetto inizialmente era soltanto un’idea di un’idea, ma valutando la situazione, ho scritto un copione che, dopo un accurata traduzione, è stato inviato all’Amazon StoryBuilder, dove dopo due giorni di attesa ho ricevuto una risposta dalla casa di distribuzione californiana” – spiega Salvatore Martines, che lavora dietro e davanti la cinepresa. Sua, appunto, è la penna che ha permesso la realizzazione dello script.

La storia

La serie verrà distribuita da Amazon Prime Video a livello internazionale. Si tratta di una storia inedita e, in ogni episodio, verrà citato il personaggio di Desmond Miles, che risulterà essere sempre di più un Easter Egg all’interno della serie. Il titolo della serie sarà “Assassin’s”, l’uscita è prevista per l’ottobre di quest’anno.

Cast e produzione

Il cast è formato da tanti ragazzi. Abbiamo ottenuto la collaborazione di quattro compositori internazionali che creeranno le soundtracks ufficiali della web serie. Aleksandr Shamaluev sarà il compositore ufficiale della sigla, mentre Daniel Ray – (già regista dell’horror Heidi n.d.r.), sarà il nostro testimonial ufficiale per quanto riguarda la pubblicità estera.

Marco Basile
Salvatore Martines
Emanuele De Sio
Paolo Gentile
Benedetta Di Giacomo
Gianmarco Citro
Marianna Moriello

Riprese

Abbiamo ottenuto grazie al sindaco di Mercato San Severino, Antonio Somma, l’accesso al castello normanno della città, dove abbiamo ripreso per un intero giorno in tutta la struttura. Altre riprese sono state effettuate – sempre da Bruno Pascale e Antonio Basso – anche all’ex seminario di San Francesco e, tutt’ora, nel centro di Salerno.”