Amalfi, blitz dei Nas in uno studio odontoiatrico

Amalfi

L’operazione congiunta dei reparti NAS di Salerno e Amalfi ha colto in flagrante un operatore sprovvisto dell’adeguata abilitazione. Struttura posta sotto sequestro

Messaggio elettorale a pagamento commissionato da Carmine Vicinanza

Il reparto NAS (Nucleo Antisofisticazione e Sanità) dei Carabinieri di Salerno è intervenuto ieri, venerdì 3 maggio, in pieno centro storico ad Amalfi: oggetto del blitz uno studio odontoiatrico del comune costiero.

Secondo quanto riportato da IlVescovado.it, il blitz coadiuvato dalla Compagnia di Amalfi ha colto in flagrante un operatore del centro, sembrerebbe il figlio del titolare, nel pieno svolgimento di attività odontoiatrica senza le necessarie abilitazioni alla professione di dentista.

All’uomo, secondo quanto emerso dall’operazione, mancherebbe, infatti, il titolo di studio per l’esercizio della professione medica.

Già sono scattate le prime misure: l’intera struttura è stata posta sotto sequestro per la mancanza delle adeguate autorizzazioni sanitarie, mentre l’operatore coinvolto è stato denunciato per esercizio abusivo della professione odontoiatrica.

Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è un’unità specializzata posta sotto il Comando divisione unità specializzate dell’Arma dei Carabinieri, che a sua volta dipende dal Comando delle unità mobili e specializzate carabinieri “Palidoro”. Da essa dipendono i vari nuclei antisofisticazioni e sanità del corpo, più spesso indicati semplicemente come NAS. Esercita funzioni di alta direzione, coordinamento e controllo dei comandi dipendenti.