Addio a Mario De Simone, campione salernitano



Non ce l’ha fatta Mario De Simone a sconfiggere l’avversario più difficile. A soli 32 anni, l’atleta salernitano, campione di taekwondo, ci ha lasciato, sconfitto da un bruttissimo male contro il quale combatteva da anni. La notizia è purtroppo arrivata ieri sera dall’ospedale di Perugia, nel quale era ricoverato da qualche mese.

Cresciuto nella Polisportiva Taekwondo Salerno, la sua carriera è stata costellata di titoli nazionali e vittorie europee, importanti prestazioni a livello  mondiale, un quinto posto ai mondiali in Giappone e il sogno olimpico dietro l’angolo per lui, speranza azzurra, fino a quando un male incurabile gli si è messo di fronte.

Svestiti i panni di atleta ai primi gravi sintomi, aveva deciso di aprire una palestra, la Art Sport Salerno, a Pastena, per allevare piccoli campioni, spinto dall’amore per questo sport, a cui tanto aveva dato. Lo piange il taekwondo e i suoi cari, quanti lo hanno conosciuto ed apprezzato in vita.

Al gran dolore, si unisce il cordoglio del Sindaco Vincenzo de Luca, che ha definito Mario “campione nello sport e nella vita. Un testimone esemplare di lealtà, dedizione, sacrificio, costante desiderio di migliorare le proprie prestazioni nel rispetto delle regole e degli avversari”.

Leggi anche