28°Sagra della Nocciola e del Cinghiale: Gaiano si prepara all’atteso evento gastronomico



Quattro serate tra musica, divertimento e buon cibo

Tutto pronto in piazza Negri a Gaiano, frazione del Comune di Fisciano, per il consueto appuntamento della sagra della nocciola e del cinghiale, che quest’anno si terrà dal 30 agosto al 2 settembre prossimi. L’atteso evento gastronomico, che nel corso degli anni ha ottenuto clamorosi successi di visite consentendo di espandere oltre i confini provinciali e regionali il suo richiamo in termini di notorietà, è giunto alla sua 28° edizione. Ad organizzare la kermesse è il Circolo Culturale “Gerardo Pecoraro”, presieduto da Giuseppe Ruggiero.

L’inaugurazione è prevista giovedì 30 agosto alle 18.30, con la sfilata folkloristica per le strade del paese dei bambini vestiti con abiti tradizionali, seguita dall’alzabandiera in piazza Antonio Negri. Un momento di unione popolare e divertimento che negli anni è cresciuto e si è rinnovato, mantenendo sempre lo stesso spirito, spinto e sorretto dall’impulso della “voglia di fare”, trasmesso di generazione in generazione. L’amicizia, la solidarietà, l’aggregazione, la cultura, questi i valori che caratterizzano il Circolo Culturale “Gerardo Pecoraro”, con l’obiettivo di far riscoprire la cultura e le tradizioni locali, valorizzando ciò che di meglio offre il Paese. I visitatori, in una cornice bucolicheggiante sotto i due maestosi tigli che sovrastano la piazza Antonio Negri, si confronteranno con ricche libagioni a base di carne di cinghiale e dolci alla nocciola, scrupolosamente cotti nei forni a legna. Il sapore di questa tradizione non è solo quello della antica gastronomia della collina Gaianese, ma anche quello della cordialità della gentilezza e di quell’atmosfera gioiosa e di festa che si respira in queste sere settembrine a Gaiano.

Una sagra, che oltre a voler far riscoprire la cultura del mangiar bene, ormai sostituita da quella poco salutare dei cibi pronti, cerca di diffondere altri valori culturali, come la collaborazione, l’amicizia e lo stare insieme nel rispetto della diversità e degli altri.
Parole di elogio sono state espresse anche da un residente del posto di eccezione: l’assessore al bilancio del Comune di Fisciano, Franco Gioia, che ha sottolineato l’impegno e la dedizione della popolazione locale nell’organizzare un evento che rientra nell’elite della sana gastronomia e segnalato dagli esperti come un appuntamento unico nel suo genere. “Con orgoglio e grande fierezza – sottolinea Gioia – intendo rivolgere un ringraziamento particolare ai miei concittadini che ogni anno esprimono il meglio delle loro capacità per rendere questa manifestazione sempre più apprezzabile. La sagra della nocciola e del cinghiale va oltre il semplice evento gastronomico. È un particolare momento di aggregazione nel quale si fondono storia, cultura e tradizioni locali. Un ringraziamento particolare va anche rivolto al Circolo “Pecoraro”, al suo presidente Ruggiero, a tutti i soci, ai giovani, agli uomini, alle donne e ai bambini di Gaiano. E’ grazie a loro che si possono mantenere vive certe tradizioni, confermandole e rafforzandole anno dopo anno”.

Leggi anche