Esattamente 18 anni fa la Salernitana battè la Roma di Zeman



Diciotto anni fa, la Salernitana guidata da Delio Rossi sconfigge allo stadio Arechi di Salerno la Roma di  Zdenek Zeman per 2-1

Era il 24 gennaio del 1999, dove nella prima partita del girone di ritorno, la Salernitana rivendica la sconfitta nei confronti della Roma persa all’andata per 3-1.

La Salernitana schierata quel giorno con Balli fra i pali, Bolic, Fusco, Fresi e Del Grosso in difesa, Rossi, Bernardini, Breda e Tosto al centrocampo e con l’attacco Giampaolo e Belmonte, quest’ultimo sostituito al 34° del secondo tempo da David Di Michele, ebbe la determinazione tale di battere quella famosa Roma schierate tra le sette sorelle della Serie A, e formata da Konsel, Quadrini, Petruzzo, Zago, Candela, Tommasi, Di Biagio, Di Francesco, Gautieri, Paulo Sergio e Del Vecchio.

I marcatori di quel giorno furono, Antonino Bernardini, che su gol realizzato su calcio di rigore al 12° minuto di gioco concesso dall’arbitro Pellegrino della sezione di Barcellona Pozzo di Gotto, procurato da Giampaolo, calcia il pallone al fil di palo alla sinistra di Konsel dove il portiere non può arrivare, il successivo gol invece viene realizzato al minuto del secondo tempo, dove grazie a un assist al bacio di Vittorio Tosto, lo stesso Giampaolo realizza il momentaneo gol del 2-0.

Soltanto al 32° di gioco, Di Biagio mette paura ai tifosi della Salernitana, i quali con un colpo di testa sfrutta un assist sulla destra di Paulo Sergio, per il definivo 2-1.

Lo ricorda anche la pagina Facebook Serie A – Operazione Nostalgia.

 

 

Leggi anche