Ultime notizie
Home » Territorio » Cava de' Tirreni » Cava, tentano una truffa a Pregiato ma la vittima non abbocca
cava truffa

Cava, tentano una truffa a Pregiato ma la vittima non abbocca

Tentata “truffa del pacco postale” ai danni di una donna nella frazione Pregiato, a Cava de’ Tirreni, ma la vittima non ci casca

Sventata una truffa ai danni di una donna nella nota frazione metelliana di Pregiato. L’operazione sarebbe nota come ‘truffa del pacco postale’, ed è avvenuta ieri mattina, come riportato dal quotidiano La Città.

Secondo il racconto della vittima, i truffatori hanno telefonato alla donna facendole credere che dall’altra parte della cornetta ci fosse suo nipote, annunciandole l’ arrivo di un corriere e chiedendole un favore:  500 euro per il pagamento della consegna, con la promessa di restituirli.

La vittima ha ascoltato attentamente la telefonata e si accorta immediatamente che non si trattava del nipote, ma di uno scaltro tentativo di alcuni truffatori. Il nipote, dal carattere introverso, non le avrebbe mai fatto una richiesta del genere per via telematica.

La vicenda presenta un altro elemento inquietante: il telefono fisso al cui numero cui i malviventi hanno telefonato non è presente nell’elenco telefonico.

 

Scriveteci

commenti scritti.
GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB ZON.it

About Francesca Campitelli

Francesca Campitelli
Nata il 31/10/1994 a Nocera Inferiore, cresciuta a Cava de' Tirreni (SA). Dal 2013 a oggi laureanda in Scienze del Patrimonio Culturale presso l’Università degli Studi di Salerno. 'Amo il contatto con le persone e le loro storie. Mi piace scoprire l’arte in ogni sua forma , la cultura delle nostre terre e contesti multiculturali, essenziali per un’ ampiezza di vedute'.

Leggi anche ..

cstp pensiline

Emergenza pensiline dei bus a Salerno, scatta l’allarme dei pensionati della Cisl

Non solo corse saltate e tratte insufficienti per le necessità dell’utenza, anche le pensiline sono …