Sei di Cava se… e il suo flashmob



Sei di Cava se… e il suo Flashmob nel centro di Cava dei Tirreni sabato sera alle 20:00 in Piazza Duomo, evento che ha registrato una strepitosa e divertita partecipazione. Iniziativa promossa in perfetto stile flashmob dal gruppo “Sei di Cava de’ Tirreni se…”: un gruppo nato sul social Facebook

L’iniziativa di un flashmob ideato e promosso per contrastare la virtualità che divide. Una iniziativa che ha puntato, riuscendovi in grande stile, allo spirito di gruppo, a testimoniare che l’amicizia è reale dignitosa e forte anche se nata in un luogo virtuale. Il gruppo Sei di Cava se… ha riunito più di 6000 utenti che si sono conosciuti virtualmente e poi hanno approfondito tale conoscenza che è divenuta amicizia a dispetto del virtuale visto e stigmatizzato come pericoloso e da evitare. Lo stesso spirito di gruppo che, grazie  a promotori/promotrici caparbi e determinati, da tempo organizza incontri a tema con il solo fine di abbattere le barriere virtuali che accomunano la quotidianità della gente. Sei di Cava se… ed il Flashmob hanno esultato, sorriso, ballato su melodie e ritmi che hanno inneggiato all’aggregazione, alla socializzazione. Migliaia di persone si sono date appuntamento in Piazza Duomo a Cava dei Tirreni di sabato sera con un elemento che li accomunava: un paio di occhiali da sole.

I balli, la gioia, l’aggregazione collettiva si sono mossi attorno alla fontana: un cerchio umano, stretti mano nella mano, ed un sorriso a testimoniare che è possibile superare le barriere virtuali.

Sei di Cava se

Una moltitudine di persone, bambini, giovani e meno giovani (e i loro occhiali scuri) hanno occupato le gradinate del Duomo e durante la manifestazione, in un tempo scandito e condiviso, all’unisono hanno tolto quel simbolo (quegli occhiali scuri per proteggersi dal sole) a simboleggiare quello “svestirsi” della virtualità.

L’iniziativa, oltre a lanciare questo chiaro messaggio ha sostenuto la “Serata di Solidarietà” (che rientra nell’ambito della XXV edizione del Torneo Internazionale di Calcio Giovanile “Città di Cava de’ Tirreni”) in Piazza Amabile. Successivamente al flashmob, sono stati regalati ai presenti 100 biglietti per assistere allo spettacolo di musica e cabaret all’interno della “Serata di Solidarietà”, il cui ricavato andrà devoluto all’Associazione “Il Grillo e la Coccinella A.GE.C.”, che persegue finalità di solidarietà sociale, culturale e ricreativa a favore delle persone affette da autismo e delle loro famiglie. Clicca sul link a seguire per restare in contatto con l’affiatato gruppo di Sei di Cava de’ Tirreni se….. dal virtuale si entra nel reale!

Sei di Cava se

 A seguire l’intervista fatta all’ideatrice e amministratrice della pagina Sei di Cava se… : Maria Màtia Silvestri.

“Ci racconta quali le intenzioni, gli obiettivi e i progetti presenti e futuri del gruppo “Sei di Cava dei Tirreni se..” da lei creato?”

«Il gruppo Sei di Cava de’ Tirreni se…, nasce alla fine di Gennaio 2014. Inizialmente contava 60/70 iscritti tra parenti amici e conoscenti. Il gruppo nasce da un forte senso di appartenenza, dalle intenzioni radicate di portare avanti un progetto legato alla mia città dopo essere tornata a Cava, successivamente al completamento degli studi svolti nel nord del paese. Dopo le prime settimane di apertura del gruppo, il numero dei membri non aveva cresceva ed i post pubblicati restavano poco visualizzati tanto da far pensare all’admin di chiuderlo. Il boom si è verificato pochi giorni dopo il momento dello sconforto: l’admin pubblica una foto live di Sei di Cava seProlungamento Marconi, invitando gli iscritti a cogliere il profumo e il calore di un pallido sole invernale. Da quel momento in poi, le richieste di iscrizione si sono moltiplicate e con esse anche i post pubblicati. Foto, ricordi, detti popolari, personaggi chiave, luoghi, tutto quanto concernesse Cava e i suoi cittadini. Con un numero maggiore di iscritti è stata maggiore la difficoltà nell’infondere a tutti lo spirito per cui il gruppo prendeva forma: creare contatto tra i Cavesi, condurli ad incontrarsi in Piazza (virtualmente parlando) per scambiarsi il proprio vissuto. Provare anche un pò di nostalgia. Per portare tutti verso un divertimento genuino, allegro basato su aneddoti e ricordi Cavesi è stato necessario nominare un secondo amministratore per la gestione e impostare delle regole di gruppo: non sono ammesse offese di alcun genere, pubblicità e dibattiti politici. Unico comune denominatore: l’amore verso la propria città. Costruire virtualmente è difficile se non quasi impossibile, manca la materia prima ovvero il contatto umano. Da qui la proposta di ritornare ai tempi in cui per poter comunicare era necessario incontrarsi. E quale luogo migliore per i Cavesi se non davanti alla Fontana dei Delfini? “L’admin vi offre un caffè” è stato il primo invito. Ci ritrovammo in 4 pochi coraggiosi. Ad oggi, in centro, ci riconosciamo e ci aggreghiamo in centinaia. Gli incontri per un caffè vengono sfruttati come momento di confronto e di discussione delle difficoltà di vita e della condivisione di momenti goliardici. Insieme, ci si dà una mano e ci si sveste della propria timidezza e remissività nei confronti del prossimo. Si smette di indossare gli occhiali da sole per poter guardare negli occhi il nostro interlocutore che da semplice account si mostra come persona reale. Gli obiettivi di un gruppo così eterogeneo nascono e si modificano giorno dopo giorno a seconda delle problematiche cittadine nonché personali, che emergono dalle discussioni in rete. Il nostro obiettivo principale è quello di trascinare le persone fuori dalla loro virtualità e renderle partecipi a scrivere insieme un inno all’aggregazione. Per fare ciò, ci attiviamo ad essere presenti sia in contesti di svago/divertimento sia in quelli di solidarietà/difficoltà. Un esempio su tutti è il Flashmob tenutosi in Piazza Duomo il 7 giugno intitolato SEI DI CAVA DE’ TIRRENI SE DAL VIRTUALE ENTRI NEL REALE. Prossimo obiettivo quello di sostenere come forza lavoro il programma riguardante la Festa di Montecastello.»

Sei di Cava se

Sei di Cava se

Leggi anche