San Martino e la sua estate a Lancusi: 11 novembre



San Martino e la sua estate portati per le strade di Lancusi martedì 11 novembre, in occasione della Festività in onore del Santo Patrono si susseguiranno eventi e manifestazioni

Un vecchio proverbio popolare recita “L’estate di San Martino dura tre giorni e un pochino”, e ciò a significare una festività e le tendenze del tempo di questo periodo dell’anno. La storia narra che San Martino, l’11 novembre si trovasse ad Amiens, in Gallia nel cammino di ritorno verso casa. Nel mezzo di una bufera, San Martino incontrò un mendicante seminudo, tremante, sofferente per il grande freddo ed egli, spinto da grande generosità, gli offrì metà del suo mantello. Pochi istanti dopo la pioggia cessò di cadere, il vento si placò ed il sole venne fuori a riscaldare quel giorno di Novembre. Da ciò la leggenda, la storia tramandata che prevede l’interruzione della morsa del freddo e che ciò si ripeta ogni anno per commemorare il gesto di estrema magnanimità e generosità. San Martino quelle stessa notte vide in sogno Gesù, che ebbe parole di stima per quel gesto, sostenendo che dietro il travestimento del mendicante vi fosse proprio lui, Cristo sotto le spoglie di un sofferente al freddo.

Come ogni anno, questo 11 novembre, Lancusi e Bolano rinnoveranno la tradizione creando aggregazione e un senso di appartenenza, che mai come in questi ultimi anni, serve, aiuta e corrobora i rapporti tra le persone.

Dunque si dia il via ai festeggiamenti ed alle celebrazioni a metà tra storia, tradizione e vita quotidiana dei paesi di provincia.

Il Calendario per gli appuntamenti per la Festa di San Martino è il seguente:

11 novembre 2014

Ore 9,30–11.30 Santa Messa

Ore 18. 00 raduno bambini nella piazza di Bolano

Ore 18.30 inizio della fiaccolata con San Martino che a cavallo percorrerà le strade della cittadina, passando da Via Starza, su lungo la via della stazione ferroviaria, risalendo Via Tenente Nastri e infine raggiungendo piazza Regina Margherita: ove sarà rappresentata la scena dello storico taglio del mantello e lancio delle lanterne.

Ore 19.30 Santa Messa

A seguire festeggiamenti e convivialità: le comunità di Lancusi e Bolano, facendo onore al Santo Protettore della propria parrocchia (la Chiesa dei SS. Martino e Quirico, guidata da Don Aniello Del Regno), si ritroveranno per il tradizionale momento conviviale: pasta e fagioli, vino e caldarroste saranno distribuite per la gioia di grandi e piccini. Informazioni ulteriori al seguente link: Parrocchia SS. Martino e Quirico

La festa di S. Martino vedrà protagonisti coloratissimi stand che riproporranno gli antichi mestieri, quelli d’una volta. La memoria e la tradizione, dunque, un connubio inscindibile per ciascuna comunità.

San MARTINO

In mostra tra gli stand le opere frutto degli antichi mestieri.

Durante la serata canti e musiche popolari grazie alla partecipazione dei TERRAMARES.

Leggi anche