Salerno, spacciatore si getta in mare per sottrarsi all’arresto

salerno

Era già stato arrestato lo scorso marzo a Salerno per spaccio di droga ad un minore. Arresti domiciliari per un 19enne gambiano

Nell’ambito di mirati servizi organizzati e ripetuti nel tempo per contrastare la vendita al dettaglio di sostanza stupefacente sul lungomare di Salerno, personale della Squadra Mobile, Sezione “Falchi”, ha effettuato un arresto.

Nella serata di sabato scorso, in piazza della Concordia, nel pieno della “movida” salernitana, una pattuglia dei falchi, dopo un rocambolesco inseguimento è riuscita ad arrestare un cittadino gambiano, SARJO Nfamara, classe ’98, con precedenti specifici. Erano circa le 20.20 quando i poliziotti hanno notato un uomo di colore cedere della sostanza stupefacente ad un giovane seduto su una panchina del lungomare e subito si sono avvicinati per bloccare venditore ed acquirente.
Alla loro vista, però, lo straniero ed il giovane acquirente sono scappati ed, anzi, il cittadino gambiano ha prima aggredito i poliziotti per guadagnare facilmente la fuga. I poliziotti lo hanno inseguito, prima sugli scogli, dove aveva cercato rifugio, e dove aveva gettato circa 25 gr. di marijuana e 7 gr. di hashish, e poi addirittura in mare, dove è stato recuperato con l’ausilio di una barca da pesca.

Notevole è stata la sorpresa degli uomini della Squadra Mobile, diretti dal V.Q.A. dr.ssa Lorena Antonia CICCIOTTI, quando si sono ritrovati davanti SARJO Nfamara, lo stesso gambiano che avevano arrestato nel marzo scorso mentre spacciava droga ad un minore sul lungomare.

D’intesa con il P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, dott.ssa Valleverdina CASSANIELLO, il SARJO veniva sottoposto agli arresti domiciliari fino al giudizio direttissimo da celebrarsi nella mattinata odierna.