Salernitana: sfatato il tabù Arechi

La Salernitana batte a domicilio il Catanzaro 2 a 1 ai tempi supplementari con reti di Mounard e Ricci e volano al turno successivo di Coppa Italia.

Perrone vara l’esperimento tattico velatamente preannunciato alla vigilia con Perpetuini centrale di una difesa a 3 completata da Sbraga e Luciani; Chirieletti e Piva giocano esterni di centrocampo con al centro Zampa e Capua; Mounard gioca da trequartista dietro le 2 punte Topouzis e Mendicino. Di contro mister Brevi schiera il Catanzaro con molti rincalzi, lasciando a casa il tridente titolare Russotto-Martignago-Fioretti,  provando quello di riserva Fiore, Germinale, Tortolano, portando in panchina addirittura 6 elementi della berretti della squadra calabrese.

Avvio molto blando di partita con ritmi di gioco decisamente compassati da parte di entrambe le squadre. Il Catanzaro prova a colpire per primo con Fiore al 22′ ma Berardi è bravissimo a chiudergli lo specchio della porta in uscita. I granata provano a scuotersi 3 minuti dopo con Mendicino, imbeccato da un cross di Capua, che manda a lato di un soffio di testa e al 32′ con Topouzis che fallisce un rigore in movimento calciando in curva da ottima posizione. Al 38′ Mounard prova a mettersi in proprio, su calcio di punizione da posizione defilata ma  il portiere giallorosso Scuffia è attentissimo e di pugno evita il vantaggio granata. Sul finale di tempo la Salernitana sfiora di nuovo il vantaggio con Perpetuini, che di testa su assist di Chirieletti esalta i riflessi di Scuffia.

salernitana
Manuel Ricci, match-winner nella sfida col Catanzaro

In avvio di ripresa è il Catanzaro ad avere subito la palla del vantaggio con Germinale che nel cuore dell’area grazia Berardi calciando alto. All ‘ 11’ è Topouzis a chiamare al miracolo Scuffia con un colpo di testa che l’estremo difensore calabrese devia con la punta delle dita in corner, ma su capovolgimento di fronte il Catanzaro passa in vantaggio in contropiede con Fiore che mette in mezzo una palla impossibile da sbagliare per Casini: 1 a 0 per i giallorossi. Subito dopo al 13′ Perrone rileva uno spento Topouzis per il brasiliano Gustavo che dà subito nuova linfa all’attacco granata chiamando, di testa, Scuffia alla parata. Al 20′ finisce pure  la partita di un deludente Zampa e inizia quella di Ricci; la Salernitana prova ad aumentare il forcing con Mounard che ci prova spesso da fuori area ma non inquadra la porta. Al 24′ Perrone prova la carta della disperazione con Guazzo che rileva un negativo Mendicino. La mossa si rivela subito vincente perché la Salernitana aumenta ancora di più il baricentro e Mounard al 27′ di testa trova il goal del pareggio su assist di Gustavo.  I granata a questo punto cercano insistentemente il goal del vantaggio con Guazzo e Ricci che impegnano severamente Scuffia, ma non basta  e i tempi regolamentari  si concludono in pareggio.

I supplementari si aprono con l’immediato vantaggio granata, è Ricci a battere con un bel diagonale rasoterra Scuffia e portare la Salernitana sul 2 a 1, il Catanzaro prova a rispondere solo nel finale di tempo con una punizione dal limite deviata all’ultimo da Berardi in calcio d’angolo. Il secondo tempo supplementare si apre con la Salernitana che prova a chiudere più volte il match ma Scuffia è a più riprese monumentale sui  tiri delle punte granata. I granata controllano bene il match fino al 120′ (più recupero) e tornano alla tanto agognata vittoria casalinga, Perrone può guardare con più serenità e fiducia al derby di domenica con la Nocerina.

Salernitana 2 – 1 Catanzaro

Reti: 11’st Casini, 27’st Mounard, 1’pts Ricci

Salernitana: Berardi , Chirieletti, Piva, Luciani, Sbraga, Capua, Zampa( 20’st Ricci), Mounard, Perpetuni, Topouzis (13’st Gustavo), Mendicino(22’st Guazzo). All. C. Perrone

A disp.Iannarilli, Tuia, Montervino, Volpe.

Catanzaro: Scuffa, Calvarese, Squillace, Pastore, Orchi, Sabatino (20’st Cinquegrana), Casini, Uliano, Germinale (1’pts Spagnuolo), Tortolano, Fiore (29’st Tuzzato).

All. O. Brevi.

A disp. Faraon, Bacchetti, Fulco, Fregola.

Arbitro:  Emanuele Mancini (Sez. Fermo) – Assistenti: Marco Pancioni (Sez. Arezzo) – Marco Scatragli (Sez. Arezzo).

Ammoniti: Casini, Calvarese (CZ), Perpetuini (SA).

Recupero: Pt 0′, St 4′        Angoli:  12 Salernitana , 5 Catanzaro

Spettatori: 914