Home Territorio Baronissi Raccolta dei rifiuti a Baronissi: cosa cambia dal 1 settembre

Raccolta dei rifiuti a Baronissi: cosa cambia dal 1 settembre

Covid-19

Italia
14,709
Totale Casi Attivi
Updated on 6 July 2020 19:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Tra le novità, il sacco nero diventa trasparente e via al porta-a-porta del vetro

- Advertisement -

Novità importanti sul fronte della piattaforma della raccolta dei rifiuti.
Spariscono tutte le vecchie campane del vetro disseminate lungo le strade: parte la raccolta porta-a-porta con l’utilizzo di un secchiello consegnato a ciascun nucleo familiare e conseguente ritiro ogni 15 giorni. In pensione va anche il sacco nero (indifferenziata), sostituito con una busta trasparente da depositare tutti i lunedì dei giorni pari di ogni mese con frequenza quindicinale. «È una modalità che ci permetterà di guardare il contenuto del sacchetto con maggiore facilità – sottolinea l’assessore all’Ambiente Alfonso Farina – e di verificare la presenza di materiale riciclabile non differenziato correttamente».
Si raddoppiano i giorni per il conferimento del sacco azzurro (plastica e banda stagnata), che va depositato il mercoledì e la domenica dalle 20 in poi. Non cambia, invece, la modalità per i rifiuti ingombranti per i quali è previsto il ritiro domiciliare previo appuntamento da concordare con gli operatori (089.955750), oppure, in alternativa, è possibile portali direttamente all’isola ecologica.

Per quanto riguarda il servizo di pulizia delle strade, sempre in capo alla nuova società vincitrice dell’appalto «L’Igiene Urbana srl», è stato calendarizzato lo spazzamento meccanizzato con due mezzi, con frequenza di 6 giorni su 7 per le frazioni Sava, Baronissi capoluogo, casali e centro storico, mentre per le restanti frazioni tre giorni a settimana

«Puntiamo a ridurre ancora la Tarsu – conclude Farina – oltre che ad aumentare la percentuale di raccolta differenziata. Oggi i numeri ci dicono che siamo al 72% e che in tre anni abbiamo ridotto la tassa del 20%».

 

LiveZon
zerottonove