Omicidio a Pontecagnano

Ucciso a colpi di arma da fuoco il pluri pregiudicato Massimiliano Nastri, già nel mirino degli inquirenti per spaccio di droga, colpito al petto e alla testa, le prime ipotesi parlano di un omicidio per regolamento di conti nell’ambito del mercato degli stupefacenti

Omicidio a S. Antonio di Pontecagnano (SA), ore 20.00 circa, dalle primissime ricostruzioni, sembra una vera e propria esecuzione, quella ai danni di Massimiliano Nastri, già precedentemente condannato a 11 anni e 4 mesi nell’ambito dell’operazione “Wolf” il maxi-blitz della Procura antimafia che, nel novembre del 2005, annientò un gruppo criminale che, secondo l’accusa, gestiva il traffico di cocaina e di droghe leggere tra i Picentini.

Almeno due i colpi che hanno raggiunto Nastri uno al petto e l’altro (probabilmente quello fatale) alla testa, l’omicidio si è consumato in via Sandro Pertini e sul posto sono ancora presenti le auto del 118, si resta in attesa di ulteriori sviluppi, ma le prime ipotesi sembrano riportare ad un regolamento di conti nell’ambito del mercato degli stupefacenti.