Nocera Inferiore, interventi di manutenzione di siti abbandonati

Nocera Inferiore, l’Amministrazione Torquato procede spedita e senza interruzioni alla realizzazione di importanti interventi sul territorio. Via l’amianto di Monte Vescovado

Nocera Inferiore – Sono diversi i cantieri aperti sul territorio, alcuni in fase di ultimazione lavori per poter rendere sempre più fruibili rioni e periferie. L’Amministrazione Torquato procede, quindi, senza interruzioni a realizzare opere di riqualificazione del territorio.

NoceraAl Corso Vittorio Emanuele, angolo vecchia Pretura, stanno per essere ultimanti i lavori di riqualificazione di quello che resta dei muri perimetrali del vecchio edificio che prima del terremoto dell’80, era destinato a Pretura. Sono stati rinforzate le arcate restate intatte, ripulite da erbacce e residui vari e saranno illuminate con giochi di luce e delimitate in basso da una cancellata in ferro battuto.

Terminato anche l’intervento a Via Nicotera, dove si è proceduto al rifacimento del vecchio muro all’altezza della fontanina situata all’incrocio tra il Corso e Via Nicotera. L’angolo ha rappresentato uno dei luoghi più fotografati della Nocera Antica del primo 900. Famosa la fotografia di alcuni scugnizzi nocerini accovacciati ai piedi della fontana. Con il passare degli anni quell’angolo era diventato ricettacolo d’immondizia.

Fortemente voluto dall’Amministrazione di Nocera Inferiore, l’intervento di riqualificazione.

Pronto a partire invece l’intervento al Rione Casolla vecchia, in Via Catello Ferreri, dove in prossimità del ponticello che porta dal rione a Via Atzori sarà creata una piccola piazzetta. Intanto a Via San Prisco zona Monte Vescovado finalmente è stato liberato un prefabbricato leggero, operazione questa che consentirà la rimozione dell’amianto che copriva questa struttura, occupata dal dopo terremoto, non consentendo la bonifica dei luoghi. Da lunedì al via i lavori di rimozione.