Consulta per le attività produttive: i risultati del voto

Come stabilito da un decreto del Sindaco Ernesto Sica, si sono svolte nella giornata di ieri, dalle ore 9 alle 16, presso la sala conferenza del complesso ex tabacchificio Centola, le votazioni per la Consulta comunale per le Attività produttive di Pontecagnano Faiano. Ben 72 gli operatori dei vari settori che hanno votato presso il seggio elettorale presieduto dal Responsabile del 4° Settore Governo del Territorio, Giovanni Landi, e composto dal Vice Presidente Giovanna Martucciello e dagli scrutatori Cinzia Barile, Fabio Cocozza, Francesco Montera, Anna Negri. Ecco comunque i risultati:
Industria: Alessandro Galderisi 0 voti;
Artigianato: Generoso Donnarumma 8 voti, Amos Longo 8 voti, Ornella Petrosino 5 voti, Rodolfo Iannone 1 voto;
Pubblici esercizi: Diana Bottone 0 voti, Armando De Luca 2 voti, Angelo Mazza 15 voti, Rita Napoliello 7 voti, Silvana Piccolo 0 voti;
Attività ricettive: Arturo Giglio 3 voti, Sandro Rossomando 0 voti;
Attività turistiche balneari: Gennaro Verderame 0 voti;
Attività Marketing territoriale: Antonio Giordano 1 voto, Diego Orzalesi 0 voti;
Commercio al dettaglio su aree private settore alimentare: Monica Bellino 1 voto, Daniele Farina 3 voti, Dalila Somma 0 voti;
Commercio al dettaglio su aree private settore non alimentare: Gianfiore Citro 3 voti, Maria Giannattasio 13 voti, Enzo Giliberti 0 voti, Pasquale Piccolo 0 voti; Loredana Sorrentino 0 voti;
Commercio su aree pubbliche: Elio Giliberti 0 voti;
Agricoltura: Antonio La Rocca 1 voto;
Zootecnia: Bartolo Longo 1 voto.

Gli eletti, dopo la proclamazione, saranno suddivisi con un rappresentante per la sezione industria, due per la sezione artigianato, uno per la sezione pubblici esercizi, uno per la sezione attività ricettive, uno per la sezione attività turistiche-balneari, uno per le attività marketing territoriale, uno per la sezione commercio al dettaglio su aree private settore alimentare. E ancora un rappresentante per la sezione commercio al dettaglio su aree private settore non alimentare, un altro per la sezione commercio su aree pubbliche, uno per la sezione agricoltura e, infine, un rappresentante per la sezione zootecnica. Naturalmente nel caso ci sia un solo candidato per sezione, l’elezione è diretta. Il Sindaco sarà membro di diritto della Consulta, ma senza diritto al voto, insieme a un rappresentante (residente nel Comune) per le associazioni di categoria a livello provinciale (aventi propri associati nel territorio comunale) e un rappresentante (sempre residente nel Comune), per le organizzazioni sindacali dei lavoratori dipendenti.