Baronissi: Nuovo Piano Energetico e comitato misto per la questione “ Fonderia Pisano”

Si è svolto, a partire dalle ore 9 di stamane, il Consiglio Comunale nell’aula consiliare “Raffaele Iuliano” a Baronissi. Ben 19 i punti all’ordine del giorno.

Un’attenzione particolare è stata rivolta all’approvazione di un nuovo Piano Energetico Comunale che prevede l’istallazione di pannelli fotovoltaici e una nuova illuminazione pubblica con lampade a vapore di sodio. Come illustrato in Consiglio, la piattaforma programmatica relativa al risparmio e l’efficienza energetica cittadina, delineata dall’Assessore Antonio D’Auria, si compone di due macro-aree: le misure già adottate e le azioni da adottare.

Tra le azioni già completate vi è la copertura con pannelli fotovoltaici di quattro edifici scolastici: “S. Maria delle Grazie” di Sava, “D. Cosimato” di Baronissi centro, “G. Falcone” di Saragnano e “Collodi” di Antessano. Il funzionamento a pieno regime dei pannelli permetterà, secondo i dati dello studio di fattibilità condotto dai tecnici, un risparmio di 500mila euro in 30 anni. Inoltre è stato completato anche l’iter che ha portato all’ammodernamento della rete pubblica d’illuminazione con la sostituzione di circa 1850 lampade di mercurio con lampade a vapore di sodio.

Sempre secondo il Piano Energetico verranno installati nuovi pannelli fotovoltaici sui tetti di altre quattro scuole: la “Montessori” di Antessano, la “Sabatini” di Aiello, la “Santoro” di Caprecano e la “Villari” di Baronissi centro. Il piano prevede anche l’apertura di uno Sportello Energia all’interno del municipio come front-office per il cittadino e l’attivazione, nell’ambito della mobilità sostenibile, del car sharing e car pooling.

Un altro punto all’ordine del giorno che ha destato particolare interesse tra i presenti in aula è stato quello riguardante la petizione popolare formulata ai sensi dell’art. 73 comma 5 dello Statuto Comunale ad oggetto : eventuali rischi per la salute derivanti dall’attività Fonderia Pisano, con una esplicita  richiesta di provvedimenti.

Nonostante la chiara necessità di tutela della salute pubblica, ci sono volute più di due ore di dibattito, che hanno coinvolto il Sindaco Giovanni Moscatiello ed i Consiglieri di Minoranza e Maggioranza, per giungere alla decisione di costituire un comitato “misto”, incaricato di analizzare le rilevazioni condotte dagli organi competenti sull’emissione dei fumi, in pieno regime di attività, della Fonderia Pisano di Baronissi.

L’emendamento propedeutico alla costituzione del comitato, prodotto dal consigliere Antonio D’Auria e completato con le richieste di ampliamento del gruppo di Minoranza, è stato finalmente votato all’unanimità dopo l’ampia discussione. L’intento è quello, appunto, di creare un comitato misto composto dallo stesso Sindaco, da un rappresentante per ogni gruppo consiliare, da una delegazione di cittadini, tra l’altro presenti in aula, da lavoratori ed imprenditori, che verrà reso partecipe delle periodiche rilevazioni condotte da Arpac, Noe e Asl.

L’emendamento è approdato in consiglio sulla scorta di una petizione cittadina che ha chiesto rassicurazioni sulla salute pubblica.